RIFUGIO Vieni? Sostienici!
venerdì 5 marzo 2021   # Utenti online n.203 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Malta, strage di ucceli in primavera. Campo anti caccia 2009
Pubblicato da Piero il 15/05/2009 alle 14:00:09, in anti caccia, letto 3141 volte

La maggior parte dei cacciatori ha rispettato il divieto di caccia primaverile, fino a un anno fa ancora legale. Il bando imposto dal governo maltese, raggiunto anche grazie a tutte le documentazioni e denunce dei volontari di gruppi internazionali per la protezione degli animali, ha contribuito al fatto che quest’anno un numero decisamente minore di uccelli migratori è stato ucciso rispetto agli anni precedenti.

 

I volontari del CABS, Commitee Against Bird Slaughter, hanno lasciato Malta a inizio maggio, dopo aver monitorato la migrazione degli uccelli e le azioni di bracconaggio sull’isola per nove giorni. Otto persone che sono state viste sparare ad uccelli o che camminavano nella campagna armate sono state denunciate.

 

Oltre a questo sono stati scoperti due siti di trappole con reti messe da poco, uno nei pressi di Fort St. Leonardo a Marsascala (nel video) e l’altro a 150 metri dalla “torre rossa” vicino a Marfa Ridge.

 

Le 4 squadre del CABS hanno inoltre registrato più di 350 spari, soprattutto nelle prime ore dell’alba. L’anno precedente invece gli spari registrati nei 9 giorni di campo erano stati più di 1300!

 

“Questo è un  calo molto significativo che dimostra come la maggioranza dei cacciatori rispetti il divieto primaverile” ha affermato il presidente del CABS Heinz Schwarze. “E' un segnale importante. Se ciò è dovuto alle condizione del tempo, alla diminuzione degli uccelli migratori su Malta, alla presenza dei volontari del CABS o al rispetto dei cacciatori della nuova legge non è chiaro. Penso sia una combinazione di tutti questi fattori.”

 

Nondimeno, gruppi organizzati di bracconieri hanno ancora un effetto molto negativo sulla migrazione degli uccelli in primavera. In soli due giorni (27/28 aprile) i volontari sono stati testimoni diretti dell’uccisione di 4 rapaci protetti.

 

A parte le solite intimidazioni e offese contro gli attivisti, ci sono stati due seri episodi durante il campo. La scorsa settimana un bracconiere che scappava dai volontari, armati di sola telecamera (visibile nel video), ha sparato un colpo di avvertimento, e sabato una squadra è stata pedinata da una macchina per più di un ora nei pressi di Bahrija.

 

“Ogni volta che noi ci fermavamo ad osservare, anche “l’inseguitore” si fermava dietro di noi e chiamava qualcuno con il cellulare” ha detto Mr Schwarze. “In tutti i posti in cui si udivano spari illegali, le nostre squadre notavano persone equipaggiate di cellulari e walkie-talkie che davano l’allarme appena si accorgevano della presenza degli ambientalisti e della polizia. Questo metodo è molto simile a quelli usati dalla criminalità organizzata”.

 

 

Per poter monitorare la migrazione e bloccare episodi di massacro di uccelli, il CABS tornerà in autunno con un campo di un mese, stavolta con un gruppo internazionale di 30 volontari esperti, tra i quali attivisti italiani di LAC e ValleVegan.

 

CABS: www.komitee.de

 

 
# 1
Sono un cacciatore avete qualche domanda
Pubblicato da  DD  (inviato il 24/09/2009 alle 16:17:49)
 
# 2
Si. Perchè non ti spari?
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 24/09/2009 alle 21:46:52)
 
# 3
con quel che costano i proiettili???
Pubblicato da  skrokko  (inviato il 11/10/2009 alle 11:47:36)
 
# 4
Che gusto si prova a togliere la vita a degli innocenti animali, che non ti hanno fatto niente di male?
Non è più soddisfacente, salutare,economico, andare a cicoria? Oppure, fare un Safari Fotografico?
Pubblicato da  Roberta  (inviato il 27/10/2009 alle 14:22:53)
 
# 5
sei capace di vergognarti e di provare disgusto e orrore per ciò che fai?
temo che non ne sei capace...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 01/11/2009 alle 21:30:01)
 
# 6
sono strafelice quando ogni tanto si sente dire che muore un cacciatore.....sandra giorgi livorno
Pubblicato da  sandra giorgi  (inviato il 19/11/2009 alle 15:48:27)
 
# 7
La caccia ê immorale, una offesa a lle pubblica moralitâ.Don Vannuccio Fabbri, un prete cacciatore celebra una messa propiziatoria per tutti i caciatori. Forme squadre e si diverte a praticare la caccia di gruppo con amici... Questo atto incivile e immorale offende a Dio, ê alle pubblica moralita. Questo mi sconvolge, mi fa impazzire, che la caccia, come le uccicione di esseri viventi avviene con l' avallo di Santa Romana Chiesa, e di ogni educatore religiosi di ogni cepo ebraico, musulmano, ecc.
Questo non trova nessun perdono sotto nessun cielo dell' universo, e come io tanta gente, si ê allontanata della chiesa, per mancanza di amore di missericordia, verso esseri innocenti. La chiesa solo pensa a esseri umani, senza pensare che ance gli animali sono essere viventi.

Un grande scienzato Dr. Franco Libero Manco a detto. "L' uomo ha trasformato la terra in un luogo di terrore e di tormento per gli animali. Ha dissenminato stabulari, macelleria, riempito i frigorifiri di cadàveri dei poveri animali uccisi senza pietâ, e senza che mai si levasse dal cuore un senzo di repulsa vergogna" "Ma anche gli animali hanno un Dio e prima o poi la loro sofferenza ricade su suoi masacratore e sui mandanti".

Un grande uomo. un grande scienziato,Franco Libero Manco, ê degno di leggere, perche ê un essempio di civiltâ,
Pubblicato da  Eli Angeleri  (inviato il 06/12/2009 alle 02:36:29)
 
# 8
Si io ho una domanda qer questo cacciatore... Prima di uccidere, non pensa a esseri viventi e innocenti che si guardano con la trepida speranza di essere lasciato in pace, e che queste animale innocente non sospetta che nella Vostra mente si albergheno piani cosi diabolici e sconvolgenti'?Lei non ha paura, non pensa che essiste una legge superiore, una regola implacabile? Perche anche gli animali hanno un Dio, e prima o poi si paga...
Pubblicato da  Eli Angeleri  (inviato il 06/12/2009 alle 02:51:45)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
Error has occured while trying to process http://www.informa-azione.info/node/42/feed
Please contact web-master
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source