RIFUGIO Vieni? Sostienici!
venerdì 19 aprile 2019   # Utenti online n.116 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
25 aprile: quale liberazione?
Pubblicato da cristiano il 25/04/2009 alle 11:11:25, in romantispecismo, letto 1942 volte
riceviamo e diffondiamo:

"Nel pieno della nostra vita edonistica, ostentata e tecnologica, esistono delle "scatole nere". Queste "scatole nere" sono i laboratori di ricerca biomedica, gli allevamenti e i macelli: aree separate, anonime, dove la nostra società conduce i suoi sporchi affari fatti di violenza e sterminio di innocenti esseri senzienti. Queste sono le nostre Dachau, Buchenwald e Birkenau. Come i bravi cittadini tedeschi, abbiamo le idee chiare su cosa accade lì dentro, ma non vogliamo saperne nulla."

Siamo sicuri che l'abominevole pensiero di superiorità che spinse i nazisti nel perseguire il loro progetto non continui a riprodursi nelle nostre teste?
Parafrasando Charles Patterson: Auschwitz inizia ogni volta che guardiamo una mucca, una gallina, un coniglio e pensiamo "E' solo un animale!".
Basandoci su un principio di superiorità di specie, quella umana sulle altre (specismo n.d.a), abbiamo rinchiuso gli ALTRI animali in moderni campi di sterminio: sfruttamento per la produzione, uccisione di massa, fosse comuni e inceneritori.
Riproduciamo una storia, che c'è stata raccontata e che continuiamo a raccontare, una storia che come tutta la Storia è narrata dai vincitori.
E' la storia di un popolo che continua a distruggere a ritmo incalzante le risorse naturali che lo circondano distruggendosi il futuro.
E' la nostra storia. La storia dell'umanità che si è eletta padrona assoluta dell'esistente non percependosi più come una delle tante specie che abitano la Terra ma considerandosi LA SPECIE.
Attraverso millenni di menzogne (religiose e politiche), utili alla riproduzione dei rapporti di potere, abbiamo consumato ogni vita compresa la nostra depredando, in nome della scienza e della cultura, ogni centimetro del pianeta.
Siamo convinti di volare mentre la nostra è una caduta libera e presto ci schianteremo!

Siamo complici di questo ecocidio se non ci opponiamo all'abbattimento di interi ettari di foreste che sono serviti e servono per quello che viene definito allevamento ma che altro non è che la sottomissione di un animale, altro da noi, al nostro volere. Siamo complici fino a quando nasconderemo a noi stessi l'orrenda verità che si cela nei macelli. Siamo complici finchè continuiamo a raccontarci che non possiamo farci nulla, che soli non cambieremo l'ordine delle cose. Siamo complici perchè la nostra storia, quella che ci raccontiamo giorno dopo giorno, ha una premessa assoluta "Le cose sono sempre andate così".
Nuove Auschwitz vengono erette in nome del denaro, abbiamo trasformato individui unici in merce, in prodotti, smembrando le loro carni. La logica del profitto ha invaso persino le nostre tavole. E' un genocidio che ha cambiato nome: alimentazione carnea. Pensiamo di disporre della vita di altri esseri viventi, considerandoli qualcosa e non qualcuno, non concependo la caratteristica peculiare della vita ovvero il valore intrinseco per chi la vive.
Come i nazisti ci raccontiamo che siamo superiori, una specie superiore; come loro abbiamo iniziato una guerra per il dominio del mondo, solo che i nostri nemici sono inermi; in egual modo abbiamo costruito campi di sterminio solo che li abbiamo chiamati macelli e come loro non ci rendiamo conto del nostro folle progetto.

Partigiani della liberazione animale
 
# 1
perchè la vita degli animali dovrebbe avere meno valore della nostra cioè sto dicendo che tutte le vite hanno un valore e che ognuno ha una specialità e non interessa di che razza sia e quando guardiamo un animale non dobbiamo pensare che è un semplice animale ma che è uno di noi anzi anche più speciale più intelligente... Io penso che non dobbiamo vantarci di essere più grandi di un coniglietto o di qualsiasi altra specie no anzi che li dobbiamo voler molto bene!!!!
Pubblicato da  iris  (inviato il 26/04/2009 alle 17:54:40)
 
# 2
Iris, il pensiero comune é quello di considerare ogni altra specie
(non umana) inferiore. Si chiama specismo. Lo specismo é quella pratica fondata sul convincimento della superiorità della specie umana rispetto alle altre specie viventi, caraterizzata da comportamenti discriminatori spesso istituzionalizzati, messi in atto verso altre specie viventi.
E' proprio questo che combattiamo, la radice di tutte le discriminazioni: quella della superiorità di una specie sull'altra.
Pubblicato da  ery  (inviato il 26/04/2009 alle 22:42:38)
 
# 3
Ciao Ragazzi, tra qualche giorno dovrei essere a Roma, e volevo venire a visitare vallevegan, mi fate sapere come posso fare?
Pubblicato da  Isa  (inviato il 28/04/2009 alle 17:01:35)
 
# 4
Ciao isa!!
quando verrai precisamente a roma?ti mando una mail cosi ci accordiamo :)
Pubblicato da  ery in the valley  (inviato il 28/04/2009 alle 22:01:47)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Can not load XML: End tag 'head' does not match the start tag 'link'. Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source