RIFUGIO Vieni? Sostienici!
venerdì 5 marzo 2021   # Utenti online n.644 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Campo internazionale anti caccia primaverile. Malta 2009.
Pubblicato da Piero il 23/04/2009 alle 00:17:25, in anti caccia, letto 2598 volte

Attivisti italiani LAC e ValleVegan parteciperanno alle azioni anti caccia a Malta, come partners del CABS Committee Against Bird Slaughter, Operations 2009.

.

L'arcipelago Maltese é uno dei più importanti siti di riposo per gli uccelli migratori europei. Dopo un lungo volo sopra il Mediterraneo, falconidi, ardeidi e passeriformi fanno una pausa qui per recuperare e prepararsi per il seguito del loro volo. Spesso, quando le condizioni climatiche sono sfavorevoli, le isole rappresentano il solo rifugio per gli innumerevoli uccelli migratori nel loro lungo viaggio tra il Sud Europa e il Nord Africa.
Sfortunamente, questa oasi naturale e sicura é diventata una trappola mortale.
Persino nel loro avvicinarsi alle isole, gli stormi di migratori iniziano ad essere sotto il fuoco dei cacciatori. La legislazione maltese sulla caccia permette ancora di sparare ad anatre, smerghi ed oche in mare aperto da motoscafi. Gli stormi tornano indietro presi dal panico; ma il loro istinto naturale li costringe a volare di nuovo verso le isole. Quelli che sopravvivono al primo battesimo di fuoco sono quelli che probabilmente cadranno vittime dei 13000 cacciatori e uccellatori che li aspettano sulla terraferma. Le scogliere della costa sono ricoperte con appostamenti camuffati e, dietro questi, gli uccellatori attendono le specie legalmente cacciabili e non, in un labirinto sovrapposto di centinaia di reti da cattura.

.

Il CABS con i partners internazionali (tra cui LAC e ValleVegan) é fermamente impegnato a porre fine all'uccisione e alla cattura degli uccelli migratori a Malta.

.

"Miriamo ad ottenere ciò tramite i nostri campi di protezione dei migratori, programmi educativi e campagne di protesta, come pure il nostro supporto alle organizzazioni locali nostre alleate. Il nostro obiettivo primario é di sensibilizzare la Commissione Europea e i membri del Parlamento Europeo al problema, attraverso eventi informativi e un lavoro selettivo di lobby".

.

CONTATTI E INFORMAZIONI

.

Tutte le informazioni si trovano sui siti www.vallevegan.org , www.abolizionecaccia.it , www.komitee.de

.

Video: http://www.vallevegan.org/dblog/articolo.asp?articolo=727

.

email di riferimento in Italia: attivismo@vallevegan.org , laclatina@abolizionecaccia.it

.

Aggiornamenti dal campo e resoconto finale verranno comunicati in seguito.

 
# 1
Fra poche ore si parte per Malta. Grazie anche alle nostre documentazioni, la caccia primaverile sull'isola è stata bloccata. Considerando che ogni bracconiere è pur sempre un cacciatore (e viceversa), sappiamo che i maltesi daranno vita a massacri stavolta non autorizzati. Per questo staremo lì ad impedirglielo. Susanna ed io, unici italiani, cercheremo di informarvi dal campo, se troveremo tempo e... internet point. Vado a preparare la valigia, così mi abituo anche agli orari notturni : - P
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 25/04/2009 alle 01:25:07)
 
# 2
DA MALTA: Come sempre scrivo al volo da un costosissimo internet point, quindi accennero' molto di piu' al ritorno mio e di Susanna.
Fortunatamente, i cacciatori maltesi stanno rispettando il divieto di caccia primaverile imposto per la prima volta dalla UE. Per uno Stato che ha la piu' alta densita' di cacciatori in Europa, i numeri di bracconaggio restano ancora elevati nonostante in confronto a un anno fa e' tutto cambiato, in meglio. Anche stavolta sono riuscito a fare un video mentre un cacciatore abbatteva un gheppio (quindi illegale sia perche' protetto oltre che a caccia chiusa): il falco si trovava sopra me e Susanna mentre eravamo nascosti dietro un muro, all'improvviso un solo sparo e ci e' caduto a poche decine di metri; nonostante due bracconieri si trovassero armati in un bunker oltre il muro, abbiamo ripreso uno dei due in volto mentre raccoglieva il cadavere e tornava all'appostamento. Ci hanno visti e ci siamo allontanati (una automobile spia maltese ci ha seguiti e un piantone ha avvisato gli altri), ma poco dopo abbiamo chiamato la Pol locale che e' entrata immediatamente nella proprieta' privata e ha trovato i due cacciatori ancora col falco morto vicino e due grosse reti da uccellaggione. Quindi, se non fosse stato per il falco che ci e' morto davanti, il risultato sarebbe stato soddisfacente. Ora attendiamo gli sviluppi. Risultati simili li stiamo ottenendo ogni giorno e la speranza e' che tutte le nostre documentazioni servano ancora una volta alla UE per dare un altra mazzata a Malta ed ai suoi cacciatori, illegali o illegali.

Qui un articolo da una conferenza stampa di oggi con una foto:
http://www.timesofmalta.com/articles/view/20090429/local/poacher-fired-warning-shot-at-bird-guards-cabs

Domani ci sposteremo nella vicina isola di Gozo dove pare mettano reti, comunque il vento e' contrario alla migrazione quindi anche per questo nei prossimi giorni ci sara' per fortuna meno lavoro da fare.

Abbiamo fatto visita ad una comune vegetariana internazionale (dove salvano e recuperano animali!) a Malta e ci hanno prestato una splendida torre per i nostri appostamenti, oltre che un'ottima amicizia. Sono molto soddisfatto per tutto ; - )

Un saluto a tutt* anche da Susanna che gia' dorme.
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 29/04/2009 alle 22:07:23)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
Error has occured while trying to process http://www.informa-azione.info/node/42/feed
Please contact web-master
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source