RIFUGIO Vieni? Sostienici!
venerdì 19 aprile 2019   # Utenti online n.67 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Scuse inutili.
Pubblicato da Piero il 30/10/2007 alle 21:38:21, in Notizie sparse, letto 1150 volte

Cane torturato e ucciso. Le conferme e le inutili scuse.

Appena terminata, la “Bienal Costaricense de Artes Visuales” (Bienarte) del 2007, si trova in mezzo alle polemiche e alle proteste delle associazioni animaliste di tutto il mondo.
L'evento tradizionalmente propone una serie di opere e premia 6 degli artisti partecipanti con il diritto di rappresentare il Paese alla “Bienal Centroamericana” che si terrà in Honduras nel 2008.

 


Guillermo Vargas, il quale ha messo in mostra un cane randagio legato in un angolo della sala è uno tra gli artisti che quest’anno sono stati premiati.
Guillermo Vargas artista costaricano, conosciuto col soprannome di Habakkuk, ha suscitato le ire di associazioni animaliste e di cittadini di ogni parte del mondo a seguito della morte del cane randagio conosciuto col nome di Nativity esposto alla galleria di Managua.
I visitatori della galleria si sono trovati davanti agli occhi: un cane denutrito, affamato, legato in un angolo della stanza, senza cibo e senza acqua, sulla parete il titolo dell’opera “Sei quello che leggi”, composta utilizzando crocchette per cani.
Questa “opera d’arte” aveva lo scopo di testimoniare l'indifferenza dell'essere umano nei confronti di altri esseri viventi. Il cane è morto il giorno seguente a quello in cui sono state scattate le foto, notizia confermata da Leonor Gonzalez, editore del supplemento culturale di La Prensa in Nicaragua.


Habakkuk ha affermato che il suo lavoro è un tributo a Natividad Canda, nicaraguense morto a seguito di un attacco di 2 Rottweiler durante un workshop a Carthage.
In un’intervista rilasciata a la Nación, lo pseudoartista ha dichiarato: “La cosa importante per me è stata l’ipocrisia della gente. Le persone si sono mostrate sensibili con Natividad Canda solo dopo che è stato attaccato del cane. Prendo quello che vedo: lo stesso vale per il cane, ora è più vivo che mai, considerando che si continua a parlare di lui”, ma alla domanda se avesse dato cibo al cane, non vi è stata alcuna risposta, solo silenzio.
Lo pseudoartista ci spiega il suo lavoro: “Salve a tutti. Il mio nome è Guillermo Habacuc Vargas. Ho 50 anni e sono un artista. Recentemente sono stato criticato per il mio lavoro intitolato “Sei quello che leggi” raffigurante un cane chiamato Nativity. Lo scopo del lavoro non era causare sofferenza alla povera innocente creatura, bensì illustrare un problema. Nella mia città natale San Jose, Costa Rica, decine di migliaia di randagi muoiono di fame e malattia e nessuno gli dedica attenzioni. Ora, se pubblicamente mostri una di queste creature morte di fame, come nel caso di Nativity, ciò crea  un ritorno che evidenzia una grande ipocrisia in tutti noi. Nativity era una creatura fragile e sarebbe morta comunque su una strada”.
La battaglia che è stata portata avanti, a livello internazionale, era rivolta agli organizzatori della Biennale Centroamericana, affinché non  ammettessero questo “artista” all’edizione del prossimo anno.
Dopo che un rappresentante della Biennale ha contattato Vargas, mediante lettera scritta, per esprimere il suo sconcerto riguardo la pubblicità negativa ricevuta da “Sei quello che leggi” e nella stessa lettera è stata messa in dubbio la legittimità dell’ammissione come eccellente artista e rappresentate, l’uomo ha chiesto pubblicamente scusa e promesso che non riproporrà mai più simili progetti. Vargas, in un comunicato diffuso via web afferma che “Sei quello che leggi” non verrà più chiamata “opera d’arte”, in segno di rispetto verso quanti si sono sentiti offesi, ha ammesso l’errore commesso ed affermato che avrebbe dovuto salvare il cane invece di lasciarlo morire. Chiede a tutti di accettare le sue scuse.

 

Fonte: Oipa

 
# 1
0 SCUSE....TOTALE CONDANNA:BASTARDO...DOVEVI RESTARCI TU LEGATO A QUELLA CORDA.....................SCHIFOSOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!
Pubblicato da  Olivietta  (inviato il 31/10/2007 alle 10:28:49)
 
# 2
io sarei per legarlo e farlo morire di fame e di stenti ..certa gente non merita davvero di vivere..
e poi..chiedergli s c u s a.. ma quanto fanno schifo alcuni umani? io certe volte mi vergono davvero di appartenere a questa razza u m a n a.

Claud!a
Pubblicato da  Claud!@  (inviato il 31/10/2007 alle 17:45:52)
 
# 3
SI DICE CHE E' STATO PREMIATO PER QUESTO SUO " CAPOLAVORO ". EBBENE SI, ANCH'IO L'AVREI PREMIATO: UNA CONDANNA A MORTE SIMILE A QUELLA CHE HA FATTO FARE A QUEL POVERO CANE!

BASTARDO LUI E TUTTI COLORO CHE NEL MONDO MALTRATTANO QUESTI POVERI ESSERI INDIFESI, A TUTTI MOLTO PRESTO UNA MORTE SIMILE A QUELLA DI QUEGLI INNOCENTI! L' ESSERE UMANO PER TUTTO IL MALE CHE COMPIE DOVREBBE ESSERE PUNITO, MA DA CHI MI CHIEDO? DA DIO CHE PERMETTE TUTTO CIO? DA DIO CHE CI HA CREATI A SUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA?????? NO CARI AMICI DEGLI ANIMALI, DOBBIAMO FARE GIUSTIZIA NOI. A V A N T I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I
Pubblicato da  Gio  (inviato il 01/11/2007 alle 11:44:14)
 
# 4
Dio? Pena di morte?
Ma stai scherzando spero.
Pubblicato da  P.  (inviato il 01/11/2007 alle 12:47:23)
 
# 5
Peccato che il povero cane non ti ha potuto mandare a fare in culo,ma molto volentieri ti ci mando io,che tu possa marcire all inferno mio caro infame artista,dirti bastardo sarebbe un complimento che non meriti. mi piacerebbe fare un servizio fotografico mentre qualche cane ti stacca la testa a morsi,ma non è possibile:i cani non attaccano perchè non sono animali aggressivi o crudeli, i crudeli sono le persone come te mio caro artista che usano e sfruttano animali,magari poi ricevendo ricompense in denaro,questo è a dir poco squallido!!!!!!!!!!!!!!
Sarebbe bene ricordare che:tutti gli esseri animali,come gli esseri umani,sono creature di "DIO"!!!!!
Pubblicato da  zakk  (inviato il 03/11/2007 alle 00:05:20)
 
# 6
l'unica colpa che si può dare all'animale è stata quella di aver incontrato il sedicente artista. Sicuramente ora il cane sarà nel paradiso degli animali ma quello che auguro al tipo è di passare tutta la sua vita e oltre un inferno senza fine......auguro anche che il bastardo,perchè non lo si può definire in altro modo e comunque gli stò facendo un complimento, possa passare quello che ha passasto il cane se non peggio. Spero di essere li presente quando ciò accadrà per poter fotografare la sua agonia nella più totale indiffferenza......!!!!!!!!!!
Pubblicato da  Manila71  (inviato il 03/11/2007 alle 00:16:14)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Can not load XML: End tag 'head' does not match the start tag 'link'. Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source