RIFUGIO Vieni? Sostienici!
sabato 15 agosto 2020   # Utenti online n.340 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Caccia al veleno. Sempre attuale...
Pubblicato da Piero il 17/05/2007 alle 19:53:53, in Notizie sparse, letto 3214 volte

 

 

Iniziativa AgireOra Roma - ValleVegan

 

(foto di Lorenzo, ValleVegan 04/02/07, rattina Cernia)

 

Avete mai notato delle scatole nere ai margini di marciapiedi o sotto le grondaie di palazzi? Avete mai notato candelotti rosa o filtri bianchi morsicati? Avete mai notato gatti contorcersi in pieno centro di città o cornacchie morte alle fermate dei bus? Avete mai notato ratti immobili tra i binari della metro fissarvi con occhi spalancati? Avete mai notato veterinari dire: Lingua blu? Spasmi?? Contorsioni??? Vitamina k! Vitamina Kappa!! VITAMINA KAPPA!!! Avete mai notato: ZONA DERATTIZZATA? Bene, fatelo! 

 

Ad ognuno che invierà foto di esche per ratti ai nostri indirizzi e-mail (attivismo@vallevegan.org  oppure  roma-latina@agireora.org), verrà offerto un soggiorno gratuito illimitato presso la Vallevegan.

 

Ovviamente come ogni gioco a premi che si rispetti non diamo suggerimenti. Quindi non fate caso che: le esche sono di colore rosa a cilindro, oppure in bustine filtro bianche tipo quelle del tè e si trovano nelle trappole; le trappole sono nere grandi quanto una busta di latte di soia; le trappole hanno un foro di entrata in cui il roditore entra e mangia e uno di uscita per farlo morire lontano; sono ancorate a grondaie o pali o recinzioni con lacci metallici; le esche non vanno gettate tra i rifiuti dove produrrebbero lo stesso danno ma sigillate ermeticamente (qualora uno le trovasse fuori dalle trappole provocando gravi pericoli per gli infanti, si intende); le trappole hanno spesso degli adesivi colorati per renderle visibili (anche dagli infanti, si intende) oppure sovrastate da grosse targhe per lo più rosse con una freccia al centro; sugli adesivi ci sono indicati i numeri dei produttori e delle ditte di distribuzione e non bisogna approfittarne, per le finalità del gioco, chiamandoli e facendosi dire dove hanno situato tutte le altre; le trappole si trovano per lo più nei cortili interni dei palazzi, sui marciapiedi; i quartieri di Roma Garbatella, Testaccio, Tufello, San Saba, Nomentano, Parioli son vietati per le finalità del gioco…perché sarebbe troppo facile trovarle. IMPORTANTE: Ricordate che danneggiare le trappole è REATO e maneggiare le esche può nuocere alla vostra salute, quindi non toccate nulla!

 

Poi, per essere aggiornati con le mode del momento, leggetevi questo articolo apparso su un quotidiano emancipato nazionale gratuito: LA DOLCE VITA DEI TOPI DI VIA VENETO I residenti della zona denunciano un boom di presenze dei roditori. - Il comune intervenga - . 

Dolce vita? Si, ma anche per i topi. Per le strade nei pressi di via Veneto, infatti, proliferano i ratti. Via Emilia via Toscana via Lazio via Boncompagni e via Lombardia sono le più colpite dal fenomeno. A denunciarlo sono i residenti della zona, esasperati dalla scomoda convivenza nelle strade sotto casa. Nonostante le segnalazioni a Sanama, Ama, Municipio e vigili urbani, però, da qualche settimana la situazione è ormai drammatica: - abbiamo paura anche a parcheggiare l’auto – si lamenta Silvia Spadoni – spuntano dalle caditoie e passano indisturbati sui marciapiede. Non si tratta di topolini, ma di animali grandi - . Anche le squadre dell’Ama che di notte puliscono la zona si imbattono con i roditori: - Ne ho ucciso uno con un colpo di scopa – racconta un netturbino – sarà stato almeno trenta centimetri, un vero bestione - . Sui motivi di una simile proliferazione ci sono due correnti di pensiero: la prima è la presenza dei tanti ristoranti. Gli scarti delle cucine, che fino a tarda notte restano in strada, attirerebbero i topi. Un’altra ipotesi è legata ai recenti lavori su via Veneto: con il rifacimento della rete fognaria sulla strada della Dolce Vita – terminata di recente – i topi sarebbero stati impauriti dai rumori e dalla presenza degli operai e avrebbero spostato la colonia nelle vie adiacenti. I residenti chiedono una bonifica immediata: - Facciamo appello al Campidoglio – dice Vittorio Torquati – affinché avvii le pratiche per organizzare una derattizzazione capillare - .

 

 

 
# 1
avevo un bellissimo rapporto di convivenza con vari ratti ;_; ora sono deceduti ma li porto sempre con me sulla pelle,li ho tatuati O_o
Pubblicato da  driu  (inviato il 20/12/2006 alle 03:54:54)
 
# 2
"Ad ognuno che invierà foto di esche per ratti alla nostra mail (attivismo@vallevegan.org), invieremo una foto di un ratto (o topo) riabilitato e liberato presso i boschi della Fondazione Vallevegan. "

Ora che non li liberate più cosa si vince?
Pubblicato da  Anonimo  (inviato il 02/02/2007 alle 19:42:44)
 
# 3
Intanto trova le esche avvelenate, come facciamo noi. Ripeto, danneggiarle è reato e non farlo, ma protesta e divulga. Di sicuro vinceranno molti animali salvati. Poi stiamo creando un nuovo gioco: gratta e vinci il nome vero di chi si firma ANONIMO.
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 02/02/2007 alle 20:03:42)
 
# 4
: - )
Pubblicato da  cla  (inviato il 18/05/2007 alle 14:43:15)
 
# 5
Caro Piero, presumo che sia la stessa persona che ha immediatamente chiesto di essere cancellata dalla mailing list... Se è lei, mi chiedo perchè da una parte non vuole ricevere info e dall'altro fa battutine assolutamente fini a se stesse, rompendo i coglioni alla gente che si dà da fare...

Adesso controllerò gli I.P.

Pubblicato da  Lidio  (inviato il 18/05/2007 alle 16:13:51)
 
# 6
> Ora che non li liberate più cosa si vince? <
il premio speciale per te, sig. Anonimo Schiacciamarroni: un favoloso calcio nel didietro, scarpa in omaggio.

Pubblicato da  big foot  (inviato il 21/05/2007 alle 16:21:09)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
Error has occured while trying to process http://www.informa-azione.info/node/42/feed
Please contact web-master
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source