RIFUGIO Vieni? Sostienici!
venerdì 5 marzo 2021   # Utenti online n.647 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Si chiude la stagione venatoria
Pubblicato da chiara il 02/02/2009 alle 08:40:22, in anti caccia, letto 1719 volte

 

Comunicato stampa

Il 31 gennaio è terminata la stagione di caccia.
Ecatombe anche di esseri umani per lo scarso rispetto delle norme di sicurezza
Il bracconaggio resta fuori controllo in diverse aree del Paese, mentre al Senato si prepara la grande deregulation.
37 morti e 73 feriti sono il corollario di una stagione venatoria ove il rispetto delle norme di sicurezza, oltre che della fauna protetta è ancora una chimera.
Al tramonto di sabato 31 gennaio si conclude la stagione di caccia 2008/09, iniziata a settembre.
I cacciatori italiani sono passati dai 2 milioni degli anni ’60 ai circa 700.000 di oggi, ed un’attività ormai oggetto del disprezzo della maggioranza degli Italiani, di scarso interesse per i giovani d’oggi, cerca di sopravvivere ai propri errori invocando assurde  deregulations , anziché concorrere alla salvaguardia del patrimonio faunistico e degli habitat.
I dati della stagione di caccia che volge alla fine attestano una sequenza impressionante di fatti di sangue o altri incidenti di caccia: 37 morti  e 73 feriti per episodi correlati all’impiego di armi da caccia o all’esercizio venatorio (circa la metà nel corso di battute di caccia al cinghiale). 2 morti e 6 feriti tra gente comune coinvolta ,anche se non stava praticando la caccia.
Anche l’alto numero di cacciatori colpiti da infarto nella zone di caccia, mentre vagavano con armi cariche, dimostra la frettolosità degli esami medici per il rinnovo delle licenze, e l’inadeguatezza del Decreto del Ministero Sanità del 28/4/1998 sui requisiti psicofisici per esercitare la caccia, che nulla prescrivono o vietano  in caso di malattie cardiovascolari.
L’insufficienza dell’attività di vigilanza non riesce ancora a contrastare alcune importanti sacche di bracconaggio, come nella provincia di Brescia, nei laghi costieri pugliesi, in Sardegna e nelle lagune venete, compreso in special modo il Delta del Po, nelle piccole isole tirreniche e siciliane, ove imperversano l’abbattimento di esemplari di specie protette, il mancato rispetto dei limiti di carniere, l’impiego di mezzi non consentiti (come trappole, lacci, uso di richiami acustici a funzionamento elettromagnetico).
Ancora inattuato dalle Regioni il divieto di impiego di pallini di piombo nella caccia in zone umide, previsto dalla legge 66/2006.
Sono sempre in corso due ulteriori procedure di infrazione comunitaria, avviate dalla Commissione UE, su violazioni da parte di 13 Regioni della Direttiva 79/409 CEE sulla protezione degli uccelli selvatici, per la caccia in deroga a specie protette (come fringuelli, peppole, passeri).
Nel frattempo in Commissione Territorio/Ambiente del Senato si sta elaborando il testo unificato di una decina di proposte di deregulation (quasi tutte del PDL), per aumentare i periodi di caccia, depenalizzare sia l’uccisione di specie protette, sia l’uso dei bocconi avvelenati e lo sparo dagli autoveicoli, e per incrementare la mobilità interregionale dei cacciatori di animali migratori.

Dal sito http://www.abolizionecaccia.it/

 
# 1
Le conclusioni non promettono niente di buono...
Pubblicato da  dev0tchKa  (inviato il 02/02/2009 alle 08:53:09)
 
# 2
E poi sarebbero ambientaliasti, amanti della natura ecc?
Quelli sono assassini in piena regola, senza scrupoli, senza limiti, spinti da una folle cieca brutale disumana voglia di uccidere uccidere uccidere...la loro è pura follia!
E' una malattia!
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 02/02/2009 alle 13:20:52)
 
# 3
L'unica cosa che mi dispiace della fine della caccia è che i cacciatori non si elimineranno più di tra di loro...
Per il resto, un'ottima cosa per umani e animali, che non saranno più vittime di quegli esaltati invasati sadici...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 02/02/2009 alle 15:07:10)
 
# 4
io non ci voglio credere che possano regolamentare l'uso di bocconi avvelenati...scusate ma se danno da mangiare del veleno alle prede,la carne diventerebbe inutilizzabile penso...o no?e pure lo sparo dagli autoveicoli...voglio dire gli auto veicoli nei boschi? o dalla strada vicino a possibili abitazioni?o altri autoveicoli?sarebbe una cosa allucinante allora prendo la licenza e mi metto a sparare dalla macchina e per sbaglio amazzo i cacciatori...eh!!!tanto un incidente più un incidente meno...è uguale!!!mi auguro che queste proposte saranno vivamente contrastate emi auguro invece che ci si focalizzi di più sui dati che non mi sembrano molto a favore ......si aprissero un pò gli occhi!!!!!!
Pubblicato da  federica  (inviato il 02/02/2009 alle 15:17:02)
 
# 5
Carissimo Giovanni,
dopo che le mie splendide fatiche venatorie sono, e mi spiace per te, felicemente terminate, rieccomi quà e, purtroppo, mi ritrovo ancora a leggere questi tuoi insulsi commenti.

Sono talmente simili fra loro che temo tu non li scriva neppure, ma credo ti limiti semplicemete ad effettuare qualche patetico "copia - incolla".

Perchè non provi ad articolare in maniera più compiuta e logica le tue argomentazioni, senza limitarti a sterili e, mi ripeto patetici, "manifesti" ?

Io ritengo sia necessaria quanto prima una seria ed approfondita revisione dell'attuale legge quadro n.157/92 per i seguenti motivi:
1) Il carico economico e sociale, dovuto ai danni provocati dalla fauna selvatica, che grava sugli enti pubblici quali regioni, province ecc, e divenuto a tutt'oggi insostenibile ed occorre pertanto stilare un serio programma di gestione e/o selezione, soprattutto sugli ungulati, che copra l'intero periodo dell'anno e difenda i diritti degli agricoltori e, più in generale, dei cittadini.
2) Ove le gestioni ed i ripopolamenti sono effettuati direttamente dalle associazioni venatorie e non dalle ATC, si registra un notevole incremento della fauna selvatica.
3) Senza un serio controllo dei nocivi non è possibile alcun durevole ripopolamento, come sopra, occorre estendere a tutto il periodo dell'anno un programma di gestione e/o selezione delgi stessi.
Vi sarebbero poi innurevoli punti da riportare ma non è questa la sede ed il momento adatto.
E cosi via.....
Ora, caro Giovannino, oltre che proferire insulti ed anatemi , saresti ingrado di riportare, con parole tue, quali sono i punti principali di un Vostro programma per ottimizzare numericamente e qualitativamente la fauna selvatica del nostro ambiente e territorio.
Non fiducioso di una tua intelligente risposta, mi pregio salutare, non distintamente.
Pubblicato da  Paolo  (inviato il 02/02/2009 alle 15:20:08)
 
# 6
Non credo sia il caso di pubblicare i deliri e gli sproloqui degli sparatori...
I novici sono i cacciatori, sono loro che dovrebbero sparire dalla faccia della terra.
Gli insulti e gli anatemi non li scrivo solo per non darti un pretesto per lamentarti e fare la vittima...ma dentro di me ne proferò dieci volte tanto.
Certa gente non merita minimamente di vivere.
"fatiche venatorie"...impegnarsi a uccidere a fucilate...niente di più abominevole, abietto, orribile, perverso, disumano e mostruoso...
Ah, oggi per me è stata una giornata felice perchè ho letto che sono morti tre cacciatori.Anche le loro fantiche sono felicemente(e giustamente) terminate:con la morte, ovvero quello che si strameritavano.

I danni provocati dalla fauna(ovvero esseri senzienti soggetti di una vita, che soffrono, provano emozioni e sentimenti, e che dei deviati mentali vedono come prede) sono niente rispetto a quelli provocati dai cacciatori.
La "fauna" che provoca danni sono i cacciatori a immetterla, e poi hanno un pretesto x uccidere e sfogare i loro istinti di assassini sanguinari assetati di sangue e morte.
Le volpi sono predatori utili a ripristinare l'equilibrio, ma i cacciatori le uccidono perchè vogliono essere loro a uccidere gli animali per sfogare la loro perversione.Le volpi uccidono per sopravvivere, i cacciatori per sadismo e disumanità.Gli animali sono immensamente superiori ai cacciatori, hanno infinitamente più dignità e meritano infinitamente più di vivere.
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 02/02/2009 alle 16:09:25)
 
# 7
Insulse, idiote, demenziali, farneticanti, sono le frasi di voi assassini.E' evidente che vi hanno fatto il lavaggio del cervello, che non siete in grado di capire alcunchè, che non avete una parvenza di coscienza nè di senso morale.Nella mente e nell'animo hai solo violenza, crudeltà, malvagità, morte.Sei raccapricciante.
la caccia è un'attività da omini vigliacchi, ridicoli, patetici, frastrati, malati.E disgustosi.
inutile provare a fare capire qualcosa a certa gente:se potessero capire qualcosa mai e poi mai penserebbero di andare a caccia.Il guaio è che alcuni sono talmente fuori di testa e presuntuosi e arroganti da credere pure di essere nel giusto nel compiere certi atti immondi e disumani.
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 02/02/2009 alle 16:14:29)
 
# 8
La caccia va assolutamente abolita, è importantissimo e necessario abolirla.Senza i cacciatori sarebbero risolti moltissimi problemi e le personee gli animali potrebebro vivere in pace, senza quegli esaltati sparatori.Si potrebbero frequentare boschi e campagne, che non sarebbero più infestati da quegli assassini pericolosissimi.
Tutti dovrebbero capire che la caccia deve assolutamente essere abolita.
Dal sito della Lav:
La stagione di caccia 2008/2009 si è chiusa sabato 31 gennaio. Gli animali selvatici possono finalmente riprendere a frequentare le campagne senza correre il rischio di finire impallinati da cacciatori disposti a tutto pur di portarsi a casa una “preda”.
Il periodo venatorio che si chiude con forti tensioni tra il fronte degli anticaccia da una parte e gli estremisti fautori di “doppietta selvaggia” dall'altra. Lo testimonia il fatto che in Senato sono attualmente depositati alcuni disegni di legge che prevedono la demolizione delle pur minime misure di tutela previste dalla vigente normativa sulla caccia.
“L'attuale maggioranza di Governo, conta tra le proprie fila numerosi politici molto vicini alle posizioni più estremiste del mondo venatorio, ed addirittura alcuni cacciatori – dichiara Massimo Vitturi, responsabile del settore caccia e fauna selvatica della LAV - è facile immaginare il loro impegno a favore dell'ulteriore liberalizzazione della caccia, al solo scopo di ingraziarsi l'elettorato”.
La stagione venatoria appena conclusa ha causato milioni di morti fra gli animali e centinaia tra morti e feriti tra gli esseri umani. Una vergogna che, nonostante sia avversata dalla stragrande maggioranza dei cittadini, continua ad essere legale al solo scopo di soddisfare la sete di sangue di circa ottocentomila cacciatori.
“I cacciatori sostengono di essere i primi ambientalisti, veri difensori della natura – continua Vitturi – ma non si prende a fucilate chi si vuole difendere! Le loro affermazioni sono pretestuose e prive di senso”.
E' proprio con le azioni concrete che i cacciatori dimostrano, giorno per giorno, che la figura del “cacciatore ambientalista” è solo una bella favola inventata per cercare di dare dignità alla loro pratica sanguinaria.
Ogni anno i cacciatori immettono sul territorio, al solo scopo di abbatterli, migliaia di animali importati dall'estero, i quali alterano il patrimonio genetico delle popolazioni locali, determinando così squilibri genetici che, nel caso del cinghiale, hanno portato alla sostituzione delle popolazioni autoctone con altre molto più prolifiche e resistenti, che ora vengono additate come responsabili dei danni procurati all'agricoltura.
Non contenti di ciò, si rendono anche responsabili dell'abbattimento delle volpi durante tutto l'arco della stagione venatoria. L'uccisione di questi predatori, gli unici che riescono a sopravvivere nei nostri territori eccessivamente antropizzati, crea gravissimi squilibri ecologici che portano al proliferare di numerose specie, quali, ad esempio, le nutrie, per il contenimento delle quali le regioni danno sempre più “carta bianca” ai cacciatori, aprendo così ulteriori spazi all'illegalità.
“In realtà l'unica azione veramente credibile ed utile che i cacciatori potrebbero attuare – conclude Vitturi - consiste nello stracciare le loro licenze. Questo sì sarebbe un atto concreto in favore ed a tutela dell'ambiente e degli animali che lo popolano”.


Pubblicato da  giovanni  (inviato il 02/02/2009 alle 16:23:21)
 
# 9
i punti principali di un Vostro programma per ottimizzare numericamente e qualitativamente la fauna selvatica del nostro ambiente e territorio

Il punto è uno solo:abolire la caccia!!!
ma non sapreste come sfogare i vostri istinti crudeli, brutali e sadici, immagino...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 02/02/2009 alle 16:29:42)
 
# 10
"3) Senza un serio controllo dei nocivi non è possibile alcun durevole ripopolamento"

Non so se ve ne siete accorti ma nel bosco i nocivi siete solo voi! Senza di voi non servirebbe alcun ripopolamento e la NATURA farebbe il suo corso.
Pubblicato da  dev0tchKa  (inviato il 02/02/2009 alle 17:39:54)
 
# 11
Paolo ma cosa dici? anche la popolazione "umana" è come minimo il doppio di quello che il nostro pianeta puo sopportare..cosa facciamo?I cacciatori sono la peggior piega che la nostra terra abbia mai avuto, si credono Dio e decidere chi vivere o morire...ma trovatevi un lavoro Cristo! un messaggio a tutti i cacciatori:MENTRE VOI PRENDETE GLI UCCELLI NEL BOSCO, LE VOSTRE DONNE PRENDONO GLI UCCELLI CHE NEL BOSCO NON CI VANNO(frase che pultroppo non ho inventato io)
Pubblicato da  al rogo i cacciatori  (inviato il 02/02/2009 alle 19:37:58)
 
# 12
Signori, corre l'anno 2009.
DOPO CRISTO, non avanti Cristo.. e ancora c'è qualche soggetto che considera la caccia uno SPORT.

Andassero a giocare a calcio anzichè ammazzare degli animali, creare pericolo per le persone; si può andare in casa della gente e sparare come nel far west??

Si può avere una considerazione per un cane tale a quella che si ha nei confronti di un fucile??

Si può avere una sete di uccidere che ti fa alzare di notte, mimetizzarti e andare "di nascosto" nei boschi a sparare modello far west??

Una parentesi speciale la dedico a quell'essere che stava per sparare ad uno dei miei gatti, giustificandosi dicendo che lo aveva scambiato per una lepre. Mi auguro di cuore e soprattutto IN COSCIENZA che i suoi problemi di vista possano nuocere a lui stesso ed ai suoi colleghi.


Quindi lunga vita ai cacciatori che scambiano gli altri cacciatori per animali e premono il grilletto...

Pubblicato da  Lorenza  (inviato il 02/02/2009 alle 19:57:08)
 
# 13
reintroducendo i predatori naturali per esempio. effettuare censimento e sterilizzazione, sempre per esempio... gli agricoltori vengono comunque risarciti dai danni causati dagli animali selvatici. la natura in se, Paolo, è perfetta, è quando l'uomo si arroga il diritto di sostituirsi ad essa che succedono disastri, vedi ripopolamenti e "spopolamenti", pesticidi e scomparsa di specie, onde elettromagnetiche e scomparsa di api... fino a quando la terra si ribellerà e si tornerà al brodo primordiale... sperando che in un lontano futuro chi ci sarà abbia più cura e rispetto per tutti
Pubblicato da  Red  (inviato il 02/02/2009 alle 20:26:09)
 
# 14
Le sue fatiche sono semplicemnete UNA VERGOGNA, una cosa vergognosa, di cui sprofondare dalla vergogna.
Sono vili e brutali e orribili assassinii...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 02/02/2009 alle 20:31:32)
 
# 15
Io ne proporrei uno per ottimizzare numericamente e quantitativamente (cioè 0) la razza dei cacciatori...
bla, bla, bla 157/92 bla bla bla. Ma poi si pone in maniera educata e civile sto assassino con la licenza. bla, bla, bla...gli incidenti di caccia sono frequenti (tra di voi ovviamente)
Pubblicato da  alessandra  (inviato il 02/02/2009 alle 20:36:24)
 
# 16
Fa comodo fare questi discorsi per chi sfoga i suoi deliri con un fucile in mano... perchè non vai a cacciare a mani nude? Guarda che se riuscissi a prendere e a uccidere un cinghiale non armato ti farei pure l'applauso eh! Ma quale controllo della fauna, ma quali danni... quante scuse! Dai retta a me... consulta uno psichiatra anzichè fare il pseudopaladino della giustizia e pensa a una cosa: se dovessimo far fuori ogni essere animato, uomo compreso, che provoca danni "gravando sugli enti pubblici quali regioni, province" ... dovremmo sparare a tutti per le strade! Non inventare motivi profondi (e inesistenti), ti piace sparare e basta. Cerchio 7 girone 1, 2 e 3 della Divina Commedia. Sparatevi fra di voi così vi togliete di mezzo autonomamente...
Pubblicato da  oiga  (inviato il 02/02/2009 alle 20:43:13)
 
# 17
Paolo, mi permetto di risponderti io su un punto che non riguarda la presunta ottimizzazione della fauna selvatica italiana, punto sul quale non entro nel merito perchè non sono in grado di farlo (ma sicuramente quanto prima ti risponderà qualcuno più preparato di me).
Vorrei, invece, fare riferimento al fatto che tu vai a sparare a degli animali indifesi. Anche ammesso (e non concesso) che ci siano dei motivi razionali per farlo, il fatto che tu ti diverta ad uccidere questi animali, esseri indifesi che provano sofferenza, dolore e paura, ti rende comunque una persona spregevole e malvagia. Perciò è inutile che ti trinceri dietro ad una presunta necessità di andare a sparare, sei un sadico e tale resti.
Ti auguro una pessima serata.
Giuliana
Pubblicato da  Giuliana  (inviato il 02/02/2009 alle 20:45:45)
 
# 18
Toh, il caro Paolino! o Luigi, o Simone o chissà chi altro...ma non li usi più i tuoi alter ego per fare branco?
Pubblicato da  marco.  (inviato il 02/02/2009 alle 21:05:49)
 
# 19
Comunque tornando sulla 157/92, mi auguro che finisca come finì la Onnis due legislature fa...usata come cartigienica.
In questo ci aiutano le motivazioni di ordine pubblico: per esempio solo un demente, nel vero senso della parola, potrebbe autorizzare l'uso di armi da fuoco a bordo di autoveicoli. Nemmeno nei b-movies da ghetto nero di Los Angeles si leggono simili stronzate.
Incredibile comunque che solo 700.000 persone, molte delle quali per ragioni anagrafiche già con un piede e mezzo nella discarica dove meritano di essere seppellite, abbiano un simile potere di pressione sul mondo politico...
Pubblicato da  marco.  (inviato il 02/02/2009 alle 21:40:26)
 
# 20
Ecco qualche esempio della dannosità e della pericolosità dei cacciatori...

http://www.vittimedellacaccia.org/testi/Crono_Dati_Caccia_stag.ven_07_08_SINTESI-agg.31.1.08.pdf
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 02/02/2009 alle 21:44:40)
 
# 21
Quelli nocivi e dannosi sono i cacciatori...se non ci fossero sarebbe molto meglio per tutti...che si sterminino tutti...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 02/02/2009 alle 22:24:04)
 
# 22
ma perché i cacciatori, o chi ne fa le veci, vengono a scrivere qui? e basta! la discussione di certe atrocità non ha nulla a che fare con le "tifoserie" da stadio...
Qui si parla dell'uccisione di animali in virtù di uno sport che non ha nulla di agonistico ed è pure slealtà, abominio, assasinio, danno, beffa e crudeltà!
Avete leggi ad hoc, avete riviste, siti che vi celebrano... e lasciateci stare!
Pubblicato da  madie  (inviato il 02/02/2009 alle 22:55:01)
 
# 23
Sono felice di avere, in qualche modo, sollecitato un movimentata conversazione, anche se, come da programma, ostile, scontata ed ottusa.

Per Giovanni credo che vi sia necessità o di un buon psichiatra o delle forze dell'ordine ; non si può esultare per la morte di un uomo coscientementene, se così fosse, penso che la nostra società dovrebbe tutelarsi , e mettere questi individui in condizione di non nuocere.

Per gli altri i soliti e scontati insulti, anatemi, scontati e patetici.

L'unico che ha una pallida parvenza di programma, seppur misera, è red :
"reintroducendo i predatori naturali per esempio. effettuare censimento e sterilizzazione, sempre per esempio... gli agricoltori vengono comunque risarciti dai danni causati dagli animali selvatici. la natura in se, Paolo, è perfetta, "
Su questo sono d'accordissimo la natura in se è perfetta ma purtroppo per voi ho una brutta notizia; anche l'uomo fa parte della natura, e ne è il massimo predatore e non sto parlando dei cacciatori, ma del 99% della popolazione mondiale che consuma regolarmente carne.

Pertanto se ci si vuole liberare di loro occorrerà fare come dice Giovanni ,ossia cominciare a sterminare, in primis, i cacciatori, per poi passare agli allevatori, agli agricoltori che avvelenano i campi, ai produttori di concimi, ai costruttori che tolgono spazio alle foreste, agli industriali che inquinano con le loro fabbriche, agli operai che vi lavorano, agli automobilisti, ai consumatori di carne, a chi usa la plastica, a chi accende la caldaia, per arrivare, magari, sino a Giovanni il quale avendo sterminato tutti dovrà necessariamente ricorrere al suicidio.

Così il mondo sarà libero, pulito, e felice.....poveri noi........

Non ringraziandovi per la non cortese accoglienza riservata, non distintamente salutiamo.
Pubblicato da  Paolo  (inviato il 03/02/2009 alle 10:18:34)
 
# 24
Ma certo, ha ragione Paolo!
L'Homo Sapiens Sapiens deve dominare su tutte le specie esistenti al mondo, siano esse animali o vegetali, deve deciderne quantità, qualità e locazione.
L'Uomo ha supremo potere decisionale sulle volgari, insignificanti bestie che minacciano il Genere Umano.

Questo è il mio quarto segreto, che io affido a voi miei figli, perché lo diffondiate come una buona novella.
Pubblicato da  La madonna  (inviato il 03/02/2009 alle 12:05:43)
 
# 25
paoloooo, paolooooo, dove sei? ti ha sparato un altro imbecile col fucile come te? :)))) io non ho un programma per "ottimizzare numericamente e qualitativamente la fauna selvatica del nostro ambiente e territorio" PERCHE' NON AMMAZZO NESSUNO e tanto meno lo farei per far divertire la tua testa malata. Siete cosi malvagi che andate a dormire pensando ad ammazzare e vi svegliate con lo stesso pensiero, non vi basta spare appena sorge il sole, calpestare e sparare sui terreni altrui ma chiedete pure di poter sparare dalle macchine, sparare nei parchi, estinguere le speci protette! Siete un errore della natura!!! Siete cosi imbecili che vi sparate tra di voi!! HA, HA, HA, HA..... Anche voi lo chiamate fuoco amico? :) Grazie per "autoestinguervi" ;)
Pubblicato da  paolo non c'è...  (inviato il 03/02/2009 alle 13:19:34)
 
# 26
Ma dai, Madie!!! Lascia che Paolo, o uno dei suoi "alias", come dice giustamente Marco, venga qui a scrivere: più scrive e più arrivano giuste risposte da un numero sempre maggiore di persone...
Paolo "aggrega" più di chiunque altro di noi... ti pare poco?
Anzi: io sono preoccupato.. non è che, travolto da tutte le risposte, sia ora ancora più a corto di argomenti e decida di scappare? Da cacciatore a cacciato ... hahahahahahahahaha : - D
Pubblicato da  Lidio  (inviato il 03/02/2009 alle 15:50:10)
 
# 27
Per voi cacciatori che giote a uccidere, che siete contenti per aver ammazzato, per aver tolto la vita, per aver brutalmente assassinato, vi è necessità o di un buon psichiatra o delle forze dell'ordine:siete dei deviati, dei degenerati, dei sadici perversi, dei amnaici assasini completamente disumanizzati, dei bruti, la vostra è follia assassina, malvagità e depravazione; non si può esultare per la morte di un aniamale indifeso e innocente, di una creatura che non faceva nulla di male e aveva tutto il dritto di vivere.Si, se così fosse, penso che la nostra società dovrebbe tutelarsi , e mettere questi individui, ovvero i cacciatori, in condizione di non nuocere.
Sono pericolosi sia per l'intriseca pericolosità causata dal fatto di andare in giro armati, sia per il fatto di sparare a raffica, sia per il fatto che scambiano esseri umani per "prede", sia per il fatto che sono di una violenza e una brutalità cieca e estrema, di una follia assassina che non conosce limiti, di un'arroganza e una prepotenza assoluta.Spesso sparano a pochi metri dalla abitazioni o su di esse;mesi fa un pazzo cacciatore esaltato ha minacciato un pover'uomo solo perchè quest'ultimo gli aveva chiesto di smettere di sparare a pochi metri da casa sua;molte persone non possono più vivere con tranquillità perchè questi pazzi assassini sparano fuori di casa loro;sono un pericolo per l'incolumità pubblica.E che dire di tutti quelli che impazziscono e sparano a vicini di casa, o a parenti?Ci sono casi di cacciatori che hano ucciso le mogli, altri i figli, altri i vicini di casa.La società dovrebbe isolare e combattere questi soggetti pericolosissimi.E' chiaro che chi spara come niente fosse a un animale il più delle volte ci mette poco a sparare anche a un essere umano.
Ah, io non gioisco per la morte "di un uomo", ma di esseri disumanissimi, che non hanno nulla di umano;di esseri disumani, crudeli, malvagi, orribili, spregevoli, mostruosi;esulto per la morte di mostri che nella loro squallida e vergognosa vita hanno brutalmente assasinato tante creature innocenti e meritevoli del massimo rispetto.
E' giustissimo esultare per la morte di questi mostri, mentre i cacciatori, che esultano per aver assassinato degli animali, sono dei pazzi sadici psicopatici deviati pervertiti che andrebbero curati, per i quali ci vorrebbe uno psichiatra.
esulto anche perchè c'è uno sparatore in meno che mette in pericolo la sicurezza e la vita delle persone, che minaccia la pubblica incolumità, e quindi le persone possono vivere un pò più in santa pace.
Da qualunque parte la si guardi, la morte di certi esseri immondi è un'ottima cosa.
Almeno accettate le conseguenze delle vostre mostruose azioni:voi uccidete per sfogare la vostra indole disumana mostruosa e folle, e le persone sono felici per la vostra morte.Per gli animali e gli esseri umani.
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 03/02/2009 alle 16:09:18)
 
# 28
anche l'uomo fa parte della natura, e ne è il massimo predatore e non sto parlando dei cacciatori, ma del 99% della popolazione mondiale che consuma regolarmente carne.

Pertanto se ci si vuole liberare di loro occorrerà fare come dice Giovanni ,ossia cominciare a sterminare, in primis, i cacciatori, per poi passare agli allevatori, agli agricoltori che avvelenano i campi, ai produttori di concimi, ai costruttori che tolgono spazio alle foreste, agli industriali che inquinano con le loro fabbriche, agli operai che vi lavorano, agli automobilisti, ai consumatori di carne, a chi usa la plastica, a chi accende la caldaia

Come al solito una marea di stupidaggini senza senso per difendere l'indifendibile!
1)i consumatori di carne si possono sensibilizzare e alcuni diventeranno vegetariani, altri ridurranno il consumo di carne
2)i consumatori di carne non uccidono direttamente, i cacciatori si, e lo fanno per sfogare i loro istinti barbari, brutali perversi e disumani
3)i vegetariani sono sicuramente più dell'1% della popolazione mondiale
4)la frutta e verdura coltivate dagli allevatori sono NECESSARIE...non sono minimamente paragonabili agricoltori e cacciatori
5)L'uso dell'auto, della plastica e della caldaia sono necessari al giorno d'oggi!!!Chi usa queste cose non è per niente paragonabile ai cacciatori...a meno che quiesti ultimi non sono così malati da sentire il bisogno di uccidere...se è così, che si curassero da un bravo psichiatra
Io non sono certo un assassino solo perchè uso l'auto o la caldaia!Nè passo il tempo a uccidere, non sono così perverso deviato degenerato e disumanizzato!
E ribadisco che ESULTO PER LA MORTE DI MOSTRI CHE VANNO A CACCIA, NON PER QUELLA DI ESSERI UMANI!!
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 03/02/2009 alle 16:18:43)
 
# 29
E basta di definire i cacciatori uomini!
sono dei vigliacchi ridicoli vergognosi disumani assassini, sono lontani anni luce dall'essere uomini, sono tutto l'opposto di un essere umano!
Personalmente trovo assurdi e patetici gli atricoli di giornale che presentano la morte di un cacciatore come una brutta notizia...
1)è un bene che sia morto, per umani e animali
2) ha avuto quello che si meritava al 100%
3)se l'è voluta e cercata lui, nessuno gli ha detto di andare a rischiare la vita, nè ne aveva la minima necessità
4)voleva uccidere e è rimasto ucciso...chi al fa l'aspetti, chi semina vento raccoglie tempesta
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 03/02/2009 alle 16:30:35)
 
# 30
Cito una frase di Leonardo Da Vinci:
"Colui che non rispetta la vita non la merita"
E? evidente che i cacciatori ne hanno sottozero di rispetto per la vita, non sono animale ma anche umana, dato che mettono in pericolo la vita altrui(e anche propria, ma questo è un bene).
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 03/02/2009 alle 16:34:13)
 
# 31
la stagione si è chiusa, ma voi continuerete a sparare, questo la dice lunga su quello che siete. Ma noi non ci fermeremo, ognuno di noi, nel proprio piccolo sta facendo qualcosa e la spunteremo noi, perchè abbiamo la ragione di milioni di vite spezzate dalla nostra, caro Paolo. Ah, attento a non sparare col fucile al contrario, pirla!
Pubblicato da  Emanuele  (inviato il 03/02/2009 alle 16:36:12)
 
# 32
Emanuele ma magari si sparassero tutti gli uni con gli altri!!
ah Paolo... proprio per il fatto che "...anche l'uomo fa parte della natura, e ne è il massimo predatore..." (e dato che cerchi di difendere le tue teorie sceme con le nozioni che NON HAI ma copiando e incollando di qua e di là) dovresti prendere un cinghiale con le tue mani o volare sugli alberi e catturare tutte le pernici che vuoi! In questo modo credo che tutti ti farebbero un applauso! La vera malattia sta nell'usare il fucile, chi non ne sarebbe capace? Dello psichiatra hai bisogno tu mica Giovanni! Sei tranquillamente paragonabile a un pedofilo o a colui che commette un infanticidio. Il forte sul + debole è una regola del tuo mondo, non del nostro.
A questo punto aspettiamo con ansia un tuo sparo deviato così ti togli di mezzo senza troppe righe sprecate su questo forum.
Pubblicato da  oiga  (inviato il 04/02/2009 alle 03:03:52)
 
# 33
Carissimo Giovannino,
debbo ritenere gli insulti e gli anatemi fanno parte del folklore non ti preoccupare li trovo coloriti e divertenti, anche se un pò monotoni.
Ti ringraziocomunque per il tentativo dei abbozzi programmatici , continua così sei sulla buona strada.
Comunque alle tue asserzioni mi appreso di conseguenza a rispondere:
1)i consumatori di carne si possono sensibilizzare.
Essendo ottimistici potrai passare dal 99% al 98%, da qui alla fine dell'uomo sulla terra, ma ti resterà comunque il 98% della popolazione mondiale da convincere, auguri.
2)i consumatori di carne non uccidono direttamente..
non ho mai visto nessuno mangiare una mucca o un pollo vivo e spero si non vederlo mai, povere bestie....comunque meglio uccidere i macellai che le mucche.
3)i vegetariani sono sicuramente più dell'1% della popolazione mondiale
Ok , ti passo che siano il 5% (esagero) ti restano sempre 9.200.000.000, per cui datti da fare.
4)la frutta e verdura coltivate dagli allevatori sono NECESSARIE
Giovannino, Giovannino .e guarda 10 centimetri più in là del tuo naso, che mi dici dei migliaia di ettari sottratti alla foresta amazzonica con il fuoco, che mi racconti dei pesticidi che uccidono e sterilizzano migliaia di animali, cosa mi racconti delle trebbiatrici che sterminano intere nidiate di fagiani e piccoli caprioli, poi molti agricoltori sono anche allevatori, e non allevano gli animali per diletto......Su Giovannino, per favore.....
5)L'uso dell'auto, della plastica ... bravo con che cosa è fatta la plastica, che cosa è quella misteriosa sostanza nera e gallegiante che ogni tanto si presenta sulle nostre coste?
Il CO2 che alimenta l'effetto serra da che cosa è generato , da mago Merlino?
Ai ragione Giovannino non può aiutarti neppure lo psichiatra, perchè non è possibile dare intelligenza a chi ne defice.
Non cordiali saluti.
Pubblicato da  Paolo  (inviato il 04/02/2009 alle 18:27:33)
 
# 34
2)i consumatori di carne non uccidono direttamente..
non ho mai visto nessuno mangiare una mucca o un pollo vivo e spero si non vederlo mai, povere bestie....comunque meglio uccidere i macellai che le mucche.


sta di fatto che non uccidono direttamente, quindi non sono paragonabili ai cacciatori, ovvero assassini in piena regola, assassini della peggior specie, un vero abominio vivente, una vera mostruosità vivente.


3)i vegetariani sono sicuramente più dell'1% della popolazione mondiale
Ok , ti passo che siano il 5% (esagero) ti restano sempre 9.200.000.000, per cui datti da fare.

Ci diamo da fare, non ti preoccupare.
Intanto se fosse abolita la caccia si salverebbero moltissimi animali...il fatto che vengono già uccisi molti animali nei macelli non è certo una scusante per ucciderne molti altri nei boschi...semmai gli altri andrebbero rispettati e preservati in particolar modo.
4)la frutta e verdura coltivate dagli allevatori sono NECESSARIE
Giovannino, Giovannino .e guarda 10 centimetri più in là del tuo naso, che mi dici dei migliaia di ettari sottratti alla foresta amazzonica con il fuoco, che mi racconti dei pesticidi che uccidono e sterilizzano migliaia di animali, cosa mi racconti delle trebbiatrici che sterminano intere nidiate di fagiani e piccoli caprioli, poi molti agricoltori sono anche allevatori, e non allevano gli animali per diletto......Su Giovannino, per favore.....


La foresta amazzonica viene distrutta in gran parte per fare posto a pascoli;gli allevamenti inquinano assai.

Se le trebbiatrici sterminano intere nidiate di fagiani e piccoli caprioli a maggior ragione dovrebbe essere vietata la caccia!Ti sei dato la zappa sui piedi da solo...
E ribadisco:coltivare frutta e verdura è necessario, allevare e macellare animali no!
Passare il tempo a uccidere è da malati sadici psicotici che non hanno nulla di umano!Da mostri!
5)L'uso dell'auto, della plastica ... bravo con che cosa è fatta la plastica, che cosa è quella misteriosa sostanza nera e gallegiante che ogni tanto si presenta sulle nostre coste?
Il CO2 che alimenta l'effetto serra da che cosa è generato , da mago Merlino?


Tra le altre cose, l'effetto serra è causato dagli allevamenti, che contribuiscono per circa un quinto all'effetto serra.

Finiscila di arrampicarti sugli specchi per difendere l'indifendibile:sei solo ridicolo e patetico.
Ci manca solo che dici che uno che butta una carta per terra(il che è sbagliato, per carità) è sullo stesso piano di voi maledetti ignobili assassini!
Per caso sarebbero privi di intelligenza anche tutti i filosofi e gli intellettuali animalisti?
Anche illustri vegetariani come Ghandi, Einstein, Tolstoj, ecc?
Si, è più meglio un idiota pazzo disumano e pericoloso sparatore!Ma facci il piacere, sei sempre più assurdo e ridicolo!!!Finiscila di inquinare questo sito con le tue imbecillità e i tuoi deliri di assassino!

A te non può aiutarti lo psichiatra...puoi aiutarti (e a aiutare il mondo a essere un pò migliore) sparandoti...
Siete voi assassini che siete l'idiozia e l'imbecillità fatta persona:se capiste qualcosa non andreste mai a caccia...se in voi ci fosse un barlume di intelligenza di coscienza e di umanità prima o poi smettereste, non passereste la vostra vergognosa vita a comportarvi da mostri.
L'unica cosa buona che potete fare è sparire dalla faccia della Terra.
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 04/02/2009 alle 18:57:03)
 
# 35
Proprio incorreggibile e irrecuperabile sto tizio!
Gli avranno fatto un lavaggio del cervello(per quel poco che ha da lavare) pazzesco!
Se fosse in grado di capire qualcosa rinsavirebbe, si redimerebbe e tornerebbe sulla retta vita...smetterebbe di comportarsi in modo disumano e di essere un mostruoso assassino...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 04/02/2009 alle 19:00:38)
 
# 36
Trovi divertenti le maledizioni; io invece trovo divertente che spesso i cacciatori sono così idioti e dementi da spararsi tra di loro o sparare a sè stessi!
E' proprio divertente vedere l'idiozia di quei ridicoli patetici vigliacchi squallidi assassini!
Almeno si eliminano da sè...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 04/02/2009 alle 19:05:24)
 
# 37
Di intelligenza ne mostrano poca quelli che non sono nemmeno contro la caccia...è una cosa talmente naturale e ovvia...posso capire non odiare a morte i cacciatori, non pensare tutto il male possibile di loro, ma come si fa a non essere contro la caccia??E' assurdo, è fuori dal mondo...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 04/02/2009 alle 19:24:25)
 
# 38
VI RACCONTO UN FATTO . ERO IN MONTAGNA , DA MIA NONNA NEL PARCO DEI NEBRODI. ERANO CIRCA LE 9 E 30, STAVO FACENDO UNA CORSA E UN Pò DI YOGA . QUANTO INIZIO A SENTIRE SPARI , E DEI CANI ABBAIARE...... VI DICO SOLO KE LA DISTANZA ERA POCHISSIMA , ESSENDO IN UNA STRADELLA DI UN BOSCO....NON SI ACCERTANO DI NULLA ...... I CACCIATORI SONO L PERSONE PIù IGNORANTI DELLA TERRA. DICO IO SPARARE Lì ANCHE VICINO A PERSONE...............LA MAGGIOR PARTE DI LORO SONO INCIVILI , E SI CREDONO I PADRONI DELLA TERRA..... E NOI K PRETENDIAMO K GLI ANIMALI NON SI TOCCHINO ,MA SE L'UOMO NON HA RISPETTO NEPPURE DELLA SUA STESSA SPECIE........A ANCORA PRETENDIAMO KE LA GUERRA NEL MONDO FINISCA ,IL SANGUE ,DISSETA SOLO LE PERSONE MALVAGIE.......................
Pubblicato da  GESSY  (inviato il 04/02/2009 alle 19:45:35)
 
# 39
L'ennesima dimostrazione(se mai ce ne fosse stato bisogno) che sono un pericolo per la società e che se muoiono è un'ottima cosa anche per gli esseri umani.
E non mi si venga a tirare in ballo gli agricoltori:gli agricoltori non mettono in pericolo l'incolumitàe la vita altrui sparando come dei pazzi esaltati invasati.
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 04/02/2009 alle 21:03:28)
 
# 40
La volpe non può uccidere, i cacciatori sì

Oggi sul quotidiano Ciociaria Oggi è uscito un articolo sulla caccia alla volpe. Questa è stata effettuata in uno dei giorni scorsi (il giornalista non riporta la data esatta) nel comune di Ceprano vicino Frosinone. Riporto le parole esatte perchè sono davvero buffe.
"La manifestazione non è stata organizzata con il solo scopo diretto dell'abbattimento della volpe, ritenuto oltre causa di mattanze nei vari pollai della zona, dove è stata effettuata la battuta, ma anche responsabile della distruzione (insieme con le cornacchie) della selvaggina selvatica stanziale o migratoria, MA SOPRATTUTTO PER PROMUOVERE UNA GIUORNATA DI CONFRONTO E CONDIVISIONE FRA GLI AMANTI DELL'ARTE VENATORIA".
E qui mi fermo. Peccato non averlo saputo prima, un bel disturbo venatorio non sarebbe stato male!


Pubblicato da  dev0tchKa  (inviato il 05/02/2009 alle 09:43:52)
 
# 41
Gigino & Company,
come siete monotoni !
Va bene, i cacciatori sono assassini, invasati, pericolosi per la società, vigliacchi, idioti, ignoranti , malvagi, inbecilli, pedofili, ridicoli, pazzi, raccapriccianti, malati , perversi, mostri, barbari, pervertiti, pirla, vigliacchi, ridicoli, patetici, frustrati, malati e disgustosi.
Penso di averli scritti tutti così , vi risparmio la fatica, forse potremmo evitare il folklore e parlare di cose serie, anche se temo per voi sia cosa ardua.
fermo restando che il famoso 95% degli uomini sono e resteranno onnivori dovreste spiegarmi questo:
Perchè è possibile "impunemente" mangiare un pollo ucciso da altri, allevato in batteria , in condizioni di vita peggiori di quelle di un campo di concentramento, nutrito con sostanze chimiche , reso cieco per evitare che si azzuffi con gli altri sui simili ed ucciso nella peggiore maniera, mentre è disumano prelevare in maniera indolore, un fagiano per cibarsene, che è al termine della sua stagione di vita trascorsa in libertà ed in natura?
Altro esempio io, onnivoro come il 95% della popolazione, ho abbattuto un grosso solengo (sempre che sappiate di cosa si tratta) lo ho macellato ed ho carne per tutto l'anno, come sopra lo stesso ha vissuto una vita assai migliore dei suini allevati in batteria ed al termine del suo ciclo di vita e stato abbattutto in modo del tutto idolore e ce ne siamo cibati.
Che male c'è in tutto questo ? oppure è preferibile se si vuole consumare carne , ricorrere agli allevamenti in batteria?
Fiducioso di una vostra faziosa e non intelligente risposta non distintamente.
VE saluto.

P.s. gli insulti gli ho già scritti tutti io pregasi astenersi dagli stessi.
Pubblicato da  Paolo  (inviato il 05/02/2009 alle 09:59:25)
 
# 42
Che atrocità, che schifo e che vergogna quella 2caccia alla volpe"!!!!Uccidere volpi perchè loro, per sopravvivere, uccidono gli animali che i cacciatori vogliono massacrare per sfogare i loro brutali e sadici istinti!!!
Allucinante disgustoso e vergognoso poi quell'articolo dalla parte non sono della caccia in generale, ma persino di quella "caccia alla volpe"!
"arte venatoria"???Bisogna essere completamente pazzi per concepire queste frasi e scriverle pure!!!
E' come definire la guerra o la pedofilia delle arti!!!Follia pura, puro disprezzo per la vita e per degli esseri senzienti!!!Mi chiedo cos'abbia certa gente in testa al posto del cervello...
Il mio odio per i cacciatori aumenta sempre di più...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 05/02/2009 alle 12:28:38)
 
# 43
A gigì, e statte n'pò calmo, che acossì me sbrocchi. e che è ......
Pubblicato da  Paolo  (inviato il 05/02/2009 alle 13:42:50)
 
# 44
Paolo, forse non hai capito che per noi, onnivori e cacciatori stanno sullo stesso piano. Voi e i macellai siete i sicari, gli acquirenti sono i mandanti. Saresti capace di giustificare l'omicidio di una bambina asserendo che in Taiwan le sfruttano nelle fabbriche...ti rendi conto che non ha senso? E' facile giustificare le proprie azioni paragonandosi a chi fa peggio...potresti cercare di migliorarti e guardare a chi fa meglio, non credi?
Pubblicato da  cacciatori analfabeti  (inviato il 05/02/2009 alle 13:53:06)
 
# 45
Paolo,
Oltre che assassino sei una fossa comune, mangi animali di vario tipo squartati e in via di putrefazione. Non è un insulto è la verità, non lo puoi negare. Gli animali non sono di tua proprietà. Informati e leggi prima di scrivere. Chiedi, "Che male c'è in allevare e ammazzare un animale?" Ti allevasse un antropofago!!!!
Pubblicato da  Urgente antropofago per Paolo!!  (inviato il 05/02/2009 alle 17:05:19)
 
# 46
Per cacciatori:
Finalmente una risposta con un senso logico e compiuto, anche se ovviamente, non condivisa, ma soprattutto senza noiosi ed insensati insulti.
I miei complimenti a cacciatori.
Comunque ritengo il paragone completamente privo di fondamentoi; in primis non è possibile effettuare alcun assioma fra una bambina ed un pollo ed è, ovviamente, offensivo per la bambina, in secondi io, grazie al cielo, non sono costretto ad uccidere sia direttamente che indirettamente i bambini, per mangiare carne, mentre lo sono se voglio mangiare pollo.
E' chiaro che se il dibattito volge sul punto se sia lecito che l'uomo consumi carne o no per me la risposta e scontata ed anche per te, e su questo punto penso che non vi sia mai alcuna possibilità di incontro.
Comunque asserire che i cacciatori ed i macellai siano sicari ed i consumatori siano mandanti mi sembra un tantino eccessivo non trovi? significherebbe che il 95% dell'umanità è mafiosa ed assassina.
Io non mi paragono a chi fa peggio dico solo che sia il pollo che il fagiano possono essere mangiati dall’uomo, dalla volpe o da un lupo, solo che il fagiano vive meglio del pollo, ed il cinghiale vive meglio del maiale , non trovi?
Per Urgente: Ti garantisco che tutta la carne che mangio e freschissima e certamente non putrefatta. la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello
Stato ed è tutelata nell'interesse della comunità nazionale ed internazionale. L'ESERCIZIO DELLA ATTIVITA' VENATORIA E' CONSENTITO, purché non contrasti con l'esigenza di conservazione della fauna selvatica e
non arrechi danno effettivo alle produzioni agricole.
per ciò che riguarda il "che male c'è" ti pregherei di illuminarmi.
Saluti.
Paolo
Pubblicato da  Paolo  (inviato il 05/02/2009 alle 17:32:35)
 
# 47
"Finalmente una risposta con un senso logico e compiuto, anche se ovviamente, non condivisa, ma soprattutto senza noiosi ed insensati insulti.
I miei complimenti a cacciatori."

Cavolo, sono quasi lusingata. Coi complimenti di un cacciatore mi ci pulisco il fondoschiena, per essere educata.

"Comunque ritengo il paragone completamente privo di fondamentoi; in primis non è possibile effettuare alcun assioma fra una bambina ed un pollo ed è, ovviamente, offensivo per la bambina"

Io potrei addirittura dire che è offensivo per il pollo, ma tralasciamo...piuttosto però sono convinta che paragonare un bambino di un anno ad un animale non è sbagliato, anzi. Essi sono innocenti, intelligenti, sofferenti e totalmente impotenti allo stesso identico modo. Il pedofilo se ne approfitta apposta: i bambini non possono ribellarsi. Idem con cacciatori/allevatori/macellai/vivisettori/circensi e quant'altro, gli animali soffrono ed i loro aguzzini, assetati di sadismo e denaro, se ne sbattono altamente. Adesso vienimi anche a dire che gli animali non soffrono o soffrono meno.


"Comunque asserire che i cacciatori ed i macellai siano sicari ed i consumatori siano mandanti mi sembra un tantino eccessivo non trovi?"

No, manco per niente. E' così effetivamente, o vuoi cercare sinonimi di "sicario" e "mandante" per far sembrarela cosa meno grave? Che so tipo "mattatore" e "acquirente".


"la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello
Stato ed è tutelata nell'interesse della comunità nazionale ed internazionale."

La fauna selvatica dovrebbe essere patrimonio della fauna selvatica, come io sono patrimonio di me stessa. Lo stato è nato miliardi di anni dopo la fauna selvatica: può mai essere che di punto in bianco se ne appropria? Ma in realtà anche noi siamo patrimonio dello stato, viviamo, consumiamo, lavoriamo, UCCIDETE, muoriamo per esso.

Signor PaoloLucaSimone, le ricordo che rispondo alle sue vane ed insensate parole solo per istinto, e non nella speranza che lei comprenda qualcosa, nè tantomeno per cortesia.
E nun te saluto manco indistintamente.
Pubblicato da  cacciatori ANALfabeti  (inviato il 05/02/2009 alle 19:25:25)
 
# 48
la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello
Stato ed è tutelata nell'interesse della comunità nazionale ed internazionale. L'ESERCIZIO DELLA ATTIVITA' VENATORIA E' CONSENTITO, purché non contrasti con l'esigenza di conservazione della fauna selvatica e
non arrechi danno effettivo alle produzioni agricole.


Questo lo dice l'attuale legge sulla caccia, la 157/1992...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 05/02/2009 alle 19:44:15)
 
# 49
"In primis (...) in secondi (...)"
E meno male che ignorante te lo sei detto da solo...
Per il resto, una domanda: Cosa fa di te un essere superiore a quelli su cui hai diritto di vita e di morte?
Non è una domanda retorica e nemmeno capziosa.
Pubblicato da  Cristina  (inviato il 05/02/2009 alle 20:56:44)
 
# 50
paolo, lascia il fucile e prendi un libro troverai la luce da solo. Non esiste la parola freschissimo, se è fresco è fresco ma la carne morta non è fresca. Ti faccio il disegnino, un animale morto è un cadavere. Lo so, non lo sapevi. Una volta che l'animale è morto la carne inizia la sua decomposizione - PUTREFAZIONE. Neanche questo lo sapevi ma sei un assassino non mi aspetto niente.
Pubblicato da  AAACercasi allevatore antropofago per Paolo  (inviato il 06/02/2009 alle 10:37:00)
 
# 51
aaa ANNUNCIAZIO' ANNUNCIAZIO'!
Edu e Pamela mv1 hanno superato niente meno che l'esame da GGVV . Indiperciò alla prox stagione , più che di disturbo venatorio si premureranno di SPACCARE LETTEREALMENTE LE FRATTAGLIE e le TASCHE di tutti i cacciatori che avranno la malaugurata sorte di trovarsi sulle loro rotte senza essere perfettissimamente in regola . SANZIONI A VOLONTA' E SEQUESTRI APPENA POSSIBILE.
Già mi vedo mentre imballo il loro bel fucilino nel domopack e glielo consegno nominandolo custode della sua INUTILE APPENDICE BOMBAROLA ..

ahah ihihi ohoh uhuh : - DDD
Pubblicato da  PamPera Anderson mv1  (inviato il 07/02/2009 alle 15:03:21)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
Error has occured while trying to process http://www.informa-azione.info/node/42/feed
Please contact web-master
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source