RIFUGIO Vieni? Sostienici!
sabato 20 luglio 2019   # Utenti online n.318 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Cacciatore disturbato, piana liberata!
Pubblicato da marco il 04/10/2008 alle 20:35:00, in anti caccia, letto 7107 volte


.

Primi di ottobre, tempo di quaglie. Sedici attivisti tornano all'alba in quella zona di litorale romano frequentato ormai da anni. In questo enorme campo decine e decine di cacciatori presenti. Con almeno venticinque di loro abbiamo preso contatto: parlando, deridendoli, ridicolizzandoli, ostacolando la loro mira con la semplice frapposizione dei nostri corpi, li abbiamo convinti ad abbandonare il campo. Un altro paio di decine hanno preferito andarsene spontaneamente, facendoci risparmiare tempo e fiato. Risultato: pochissimi spari di fucile.

.

.

Anche stavolta come nelle occasioni passate abbiamo incontrato tutto il campionario possibile di questa strana e nociva (sotto)specie umana: il vecchietto apparentemente bonario, il padre di famiglia con annessa prole a seguito, il cacciatore cordialone e quello minaccioso, e per ultimo l'immancabile tamarro che tra insulti, minacce verbali e fucili puntati addosso pensa di spaventarci.

.



Di contorno le solite frasi surreali: dal "ti aspetto fuori!!!" da regolamento dei conti da scuola media al devoto "la caccia è un diritto dell'uomo, c'è scritto nella Bibbia". Nel frattempo alcuni di noi si sono preoccupati di non lasciare soli nemmeno i pescatori presenti a qualche centinaio di metri in riva al mare (da disturbo venatorio a disturbo "pescatorio"): chissà perchè nell'immaginario dell'uomo comune la caccia è un'attività esecrabile, la pesca no. A noi invece è ben chiaro che si tratta di due attività identiche: brutale e vigliacco assassinio di animali liberi.

.

.

Tra pochi giorni si replica: ribadiamo, anche di fronte alle voci di un'imminente cambiamento in peggio della legge quadro 157/92 (allungamento della stagione di caccia da agosto a febbraio, inserimento nel carniere di specie tutelate come i fringuelli e i cormorani etc.etc.), la necessità di combattere l'attività venatoria e rispondere alla predazione umana con una pacifica occupazione/liberazione del territorio dalla molesta presenza dei cacciatori. Ci auguriamo che analoghe attività di disturbo venatorio, legali e pacifiche, si diffondano sempre di più in Italia.

.

 
# 1
bravissimi . Abbasso il TAMMARRUME abbasso la caccia.
Per il devoto
"la caccia è un diritto dell'uomo, c'è scritto nella Bibbia" :
AHAHAHAHAHAHA..
Al presidio anticarne il devoto è quello che fa :"Dio ha detto che non possiamo mangiare il SANGUE, ma la carne sì, la possiamo mangiare!!
ma che andassero a c@...re ipocriti va '!
cià
Pubblicato da  Luisa mv1  (inviato il 05/10/2008 alle 14:10:32)
 
# 2
Questa è ciò che intendo per azione efficace! Sveglia all'alba e contrasto sul campo. Dalle ombre lunghe deduco che fosse prima delle 7 del mattino o mi sbaglio? Ci conosceremo al vegan soul e la prossima volta contate pure su di me.

Pubblicato da  Serena roma nord  (inviato il 05/10/2008 alle 16:03:18)
 
# 3
efficace e come!! alla fine siamo riusciti a trasformare diversi cacciatori in raccoglitori..di cocommeri ovviamente! diciamo che alcuni l'hanno presa con filosofia altri un pò meno..ma alla fine è stata una battuta (la nostra) notevole.

creare ovunque disturbo venatorio!
Pubblicato da  luc.  (inviato il 05/10/2008 alle 17:31:18)
 
# 4
Che giornata memorabile!!!! il momento migliore resta il cacciatore che spara all'anguria, per vantarsi della sua abilità, e non riesce nemmeno a prenderla!!! :))) con quello siamo sicuri che gli uccelli non rischiano... ihihi
gli altri (e altre, perchè mica ci sono solo cacciatori, ma anche cacciatrici - che tristezza), chi più chi meno, hanno capito al volo che era meglio lasciare il campo, perchè non li avremmo lasciati soli/e :D

Levataccia prima dell'alba, ore e ore a camminare ma ogni minuto e ogni fatica sono valsi la pena!!!
grazie a tutt* per la scampagnata. a presto!!!!
Pubblicato da  ery sabò action against hunters  (inviato il 05/10/2008 alle 18:36:15)
 
# 5
>..che spara all'anguria, per vantarsi della sua abilità,
> e non riesce nemmeno a prenderla!!! :)))

NAAAAAAAAAAAAAA da restarci secchi dalle risate .
Gli avrei detto: BRAVO !BRAVO! CONTINUI COSì! FOSSERO TUTTI COME LEI I CACCIATORI!
LOL

Pubblicato da  Luisa mv1  (inviato il 05/10/2008 alle 18:51:59)
 
# 6
abbasso i cacciatori,brutali assassini feccia della comunità!
Pubblicato da  bessie  (inviato il 05/10/2008 alle 22:32:25)
 
# 7
bravissima bessie hai ragione!!!
però io direi dell'umanità, non della comunità...
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 06/10/2008 alle 12:44:01)
 
# 8
poveri cani,
a dover convivere con sti ridicoli ominidi repressi
rambo-invasati...
Pubblicato da  paolo (Rn)  (inviato il 07/10/2008 alle 01:24:50)
 
# 9
Che bravi! Domani di nuovo tutti a caccia!:D
Pubblicato da  dev0tchKa  (inviato il 11/10/2008 alle 19:57:42)
 
# 10
Un saluto a tutti,
volevo congratularmi con Voi relativamente alla Vostra prode ed indomita azione effettuata contro i cacciatori.
Io immagino che Voi siate tutti vegetariani , e mai e poi mai, vi azzardereste a consumare proteine di origine animale .......immagino.
Io penso che prima di GIUDICARE in maniera così estremizzante e , lasciatemelo dire, poco democratica, occorrerebbe conoscere un mondo che viene da lontano e che , volenti o non volenti, fa parte della nostra storia umana e nazionale.
E' semplice aggredire cose che non si concoscono, senza andare a fondo sugli argomenti ed aprire un serio confronto con chi la pensa in modo diverso da noi...
Mi permetto inoltre sottolineare, cari "Signori", che se avete ancora la fortuna di vedere qualche esemplare di fauna stanziale, fagiani, lepri, cinghiali ecc. lo dovete a noi cacciatori che con ripopolamenti annuali tentiamo comunque, nonostante Voi, di sostenere un un ecosistema sempre più in preda della ccessiva ubanizzazione , cambiamenti climatici ecc..
Pertanto , cari "Signori, prima di vantarsi di azioni che di nobile anno ben poco , ma di "politico" forse un p'ò di più, sarebbe bene forse conoscere e.....riflettere.
resto fiducioso che possiate comprendere questa mia, e augurandoVi che quel seme chiamato "intelligenza" possa germogliare in voi sempre più forte e vigorso, mi pregio salutarvi sentitamente.
Pubblicato da  Paolo  (inviato il 06/11/2008 alle 16:29:25)
 
# 11
Siamo alle solite, raga.
Eccone un altro. Stavolta è un certo Paolo.
Dopo aver postato questa (che ho approvato solo per pietà), ha cominciato a postare una serie di insulti non riferibili...
In ogni caso qui siamo di fronte alla consueta litania trita e ritrita ... ma voialtri cacatori non sapete dire altro? Cosa fai, tu? Accusi noi di non avere intelligenza? Che cosa? Ma fammi il piacere, fammi...
E levati dalle palle.
Hahahahahaha!!!! Mi sto ribaltando dal ridere...
Senti. Ma sentimi bene. Se ti senti solo, VAI A CERCARE DIALOGO E CALORE UMANO DA QUALCHE ALTRA PARTE. E ora zitto e a cuccia!
Pubblicato da  Lidio  (inviato il 07/11/2008 alle 13:43:17)
 
# 12
Paolo, non usare termini che non conosci (mi riferisco a "intelligenza").
Pubblicato da  lori_che_dovrebbe_lavorare  (inviato il 07/11/2008 alle 14:41:22)
 
# 13
Se non fosse che uccidessero milioni di animali ogni anno, i cacciatori sarebbero da preservare in qualche riserva protetta come esempio di non evoluzione della specie umana.
A proposito, direi che la prossima domenica (non questa della cena benefit) è il caso di tornare a trovarli : - )
Pubblicato da  marco.  (inviato il 07/11/2008 alle 14:48:39)
 
# 14

>Io immagino che Voi siate tutti vegetariani ,

questo non ha neanche capito dove è finito .
E ora me ribalto pure io .
Pubblicato da  Luisa mv1  (inviato il 07/11/2008 alle 15:48:57)
 
# 15
"Mi permetto inoltre sottolineare, cari "Signori", che se avete ancora la fortuna di vedere qualche esemplare di fauna stanziale, fagiani, lepri, cinghiali ecc. lo dovete a noi cacciatori che con ripopolamenti annuali tentiamo comunque, nonostante Voi, di sostenere un un ecosistema sempre più in preda della ccessiva ubanizzazione , cambiamenti climatici ecc.."


Paolo, forse sei tu che rifletti poco su quello che dici...io sono dell'opinione che se non ci fossero i cacciatori a fare stragi di animali non ci sarebbe bisogno di ripopolare ogni anno...
Pubblicato da  devotchka  (inviato il 09/11/2008 alle 16:44:31)
 
# 16
> # 10

E' un bel controsenso lamentarsi dei danni che "farebbero" cinghiali e lepri quando vengono da voi cacciatori stessi gettati in ambienti semi naturali. VOI volete che facciano danni per poterli poi ammazzare col consenso politico. Siete dei vigliacchi: costretti a manipolare così facilmente la natura per auto giustificarvi. Vigliacchi siete anche scrivendo che un gruppo disarmato e pacifico di ragazzi vi aggredisce. Ma vi piace fare le vittime o senza un assassinio esce fuori la vostra vera vigliaccheria?
Ci parli un pò di più dei cambiamenti climatici, dell'eccessiva urbanizzazione, della politica? Intanto rifletto come consigli tu...

P.S. Quando lo incontri, salutami il fagiano stanziale... però nel S-E ASIATICO. : - D
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 12/11/2008 alle 11:02:52)
 
# 17
Egregi Signori,
innazi tutto desidero ringraziarvi per le vostre gradite risposte alle quali mi accingo a replicare, sempre che il "Signor" Lidio abbia la "pietà" di approvare uteriormente.

Iniziamo con il "Sig." Lidio; non asserisca falsità, faccia un favore a se stesso, io non le ho assolutamente postato insulti indicibili e ritengo che, dal tono della sua risposta, questo tipo di comportamento sia perfettamente rispondete al suo profilo culturale.
Aggiungo , caro "Sig." Lidio, che Lei dovrebbe motivare in maniera articolata e compituta i suoi commenti , (prima di dare fiato alla bocca, in questo caso alle dita, pregasi di collegare il cervello), e le consiglierei caldamente un corso rapido di democrazia.
Comunque, se non avrà la "pietà" di approvare questa mia, zitto e a cuccia ci sarà andato lei.

Per i Signori lori, Marco e luisa pregherei anche loro di esprimere giudizi articolati e con senso logico e compiuto.

Mentre per ciò che concerne devotchka e Piero ai quali vanno i miei ringraziamenti per le loro, se pur non condivise, opinioni rispondo quanto segue:

Il drammatico decremento della fauna stanziale è dovuto; a) constante ed inesorabile diminuzione areale del loro habitat causato dalla eccessiva urbanizzazione,
b) dall'espandersi di colture intensive nelle quali in fase di raccolta, si compiono enormi stragi di nidiate di fagiani , lepri e caprioli.
c) ad uno squilibrio fra predatori e prede ed alla perdita , da parte di quest'ultime, della capacità di difendersi dagli attacchi dei predatori naturali volpi, lupi, poiane, corvi e dai nuovi predatori quali cani inselvatichiti, gatti randagi ecc.,
Quanto sopra esposto trova riscontro oggettivo nelle aziende venatorie nelle quali, dietro un accurato controllo dei cacciatori, è presente massicciamente selvaggina stanziale.
B) la drastica diminuzione della fauna migratoria è dovuta al surriscaldamento del pianeta il quale non spinge i migratori a compiere, appunto "la migrazione".
C) asserire che il cacciatore è una belva sterminatrice è come asserire che un contadino distrugga ilo suo campo appena seminato.
Ribadisco che per risolvere i gravi problemi ambientali, cari signori, non necessitiamo di azioni inutili e pretestuose, ma è necessario che le parti realmente interessate all'ambiente trovino soluzioni comuni.
Temo che il "Sig." Lidio non avrà , questa volta, "la pietà" di approvare la presente, censurando, come è così bravo a fare, non solo me, ma anche Voi Signori Piero e devotchka.
Un cordialo saluto da Paolo, cacciatore ed profondo amante della natura.

Pubblicato da  Paolo  (inviato il 12/11/2008 alle 13:26:34)
 
# 18
a) Studiosi di ecologia dei centri abitati avrebbero molto da ridire. In città spesso si ha un aumento esponenziale di animali autoctoni. Ma potremmo anche essere d'accordo sull'innaturalità di questo fenomeno. La caccia invece, insieme al microclima, spesso spinge molti animali a rifugiarsi tra le case (caso osservabile: lo storno).
b) Vero, ma non solo in fase di raccolta. Già il privare quei terreni agli animali è un danno. Le specie più danneggiate sono quelle introdotte dai cacciatori, come appunto i fagiani perchè di altre zone o i piccoli mammiferi appena gettati da voi.
c) I cani inselvatichiti nei boschi (o nelle isole) sono quasi sempre quelli abbandonati di cacciatori. L'incapacità di una preda di difendersi dai predatori naturali è comica. Invece sanno benissimo difendersi dai proiettili vero?
L'unica selvaggina massicciamente presente nelle aziende venatorie è quella dei cacciatori. Ci credo che lì si trovi ancora qualche animale selvatico: vi impossessate con i soldi della lobby e il potere politico dei migliori terreni di ogni provincia. E su quelli nessuno incendia e costruisce. Strano.
B) Quindi se un ambiente si riscalda gli uccelli sono liberi e felici di restarci? Strano allora che fino ad ora migrassero dall'Africa.
C) Paragone stupido.

I commenti sono gestiti da molte persone libere di fare quel che ritengono giusto e gli insulti indicibili (come quelli che hai scritto te l'altro giorno) vengono tolti.



Pubblicato da  Piero.  (inviato il 12/11/2008 alle 13:49:03)
 
# 19

>Paolo, cacciatore ed profondo amante della natura.

sì, natura .. morta .



Pubblicato da  Lusa mv1  (inviato il 12/11/2008 alle 14:49:52)
 
# 20
Egregio Sig. Piero,
la ringrazio per la risposta ma volevo sottoleneare che:
Lo storno non è un uccello stanziale ma migratore, le presenze di storni in aree urbane sono dovuto alla trasformazione dei comportamenti di questi ucceli.
ma volevo chiederle, lei ha mai registrato massicce presenze di fagiani, starne o pernici in aree urbane?
No credo che una trebbiatrice faccia differenza fra il tipo di fauna o nidiate che distrugge.
Esistono sicuramente esseri, cacciatori e non, che abbandonano cani e gatti ma le assicuro che è più facile che un cacciatore distrugga il proprio fucile che abbandoni il proprio cane dopo l'affetto , i costi e gli sforzi dedicatogli.
Lei deve inoltre sapere che se introduciamo, a nostre spese, fagiani , starne , coturnici e pernici lo facciamo per poi raccoglierne i frutti con un prelievo oculato atto al mantenimento della selvaggina, non lo facciamo certo per nutrire cani e gatti, per quelli sosteniamo azioni benefiche ai canili ove risiedono quei poveri animali abbandonati, appunto, da qualche spregevole essere.
Ritengo che lei dovrebbe ringraziare le "fameliche lobby" che mantengono ancora zone, come lei stesso mi riferisce, "si trovi ancora qualche animale selvatico" ed aggiungo che un animale selvatico non è nè vostro nè dei cacciatori ma è un animale selvatico e basta.
Caro Sig. Piero perchè si avventura in asserzioni su argomenti a lei ignoti?
i Migratori compiono due flussi migratori; il primo , incalzati dall'inverno, avviente a nord verso sud ("verso" l'africa) es. beccacce , quaglie, colombacci , tordi ecc,.
Il secondo, quello da lei riportato, avviene in senso contrario, a fine inverno , dall'africa verso il nord. Questo significa che se non persistono basse temperature il migratore non migra, permanendo, più tempo, negli aerali del nord Europa con conseguente rischio di essere sospreso dal "grande freddo" e relativi squilibri sul ciclo vitale di dette speci.
Il paragone potrà essere forse stupido ma è sicuramente realistico.
Sig. Piero non mi deluda anche Lei , le garantisco che detti insulti risiedono nella misera immaginazione del "Sig. Lidio", che attulmente se ne stà "zitto e a cuccia" in quanto , oltre agli insulti, dubito possa disporre di altre argomentazioni.
La ringrazio per l'attenzione e la saluto cordialmente.

Pubblicato da  Paolo  (inviato il 12/11/2008 alle 14:55:54)
 
# 21
"Io penso che prima di GIUDICARE in maniera così estremizzante e , lasciatemelo dire, poco democratica, occorrerebbe conoscere un mondo che viene da lontano e che , volenti o non volenti, fa parte della nostra storia umana e nazionale."

ma come, poco democratiche le nostre maniere?
Ma noi siamo l'unica democrazia possibile sul pianeta!!! abbiamo il consenso di tutto il mondo animale... e gli animali, come Lei, messere, ben sa, sono proprio TANTI!

saluti antispecisti!
Pubblicato da  madie  (inviato il 12/11/2008 alle 15:00:07)
 
# 22
"Aggiungo , caro "Sig." Lidio, che Lei dovrebbe motivare in maniera articolata e compituta i suoi commenti , (prima di dare fiato alla bocca, in questo caso alle dita, pregasi di collegare il cervello), e le consiglierei caldamente un corso rapido di democrazia."

e dove si tengono sti corsi di democrazia? al circolo della caccia del Testaccio? La lezione di oggi qual è?
"Dissociazione applicata: come uccidere esseri viventi e sentirsi amanti della natura"?

Pubblicato da  madie  (inviato il 12/11/2008 alle 15:04:57)
 
# 23
Gentile Sig.ra Madie,
lei ha ragione, io sono un animale, sono un mammifero della famiglia degli ominidi (homo sapiens sapiens), come lei come lei , presuppongo.
Non mi riferisco al "Sig." Lidio il quale, nel suo modo di esprimermi, sembra più affine alla famigli dei pongidi, con i quali condividiamo il per altro il 98% dei nostri geni.
comunque , tornando a noi, fermo restando che io sia un animale, perchè altre speci, come ad esempio i felini o i canidi hanno il diritto di nutrirsi delle proteine animali delle loro prede e noi no.
Vi consiglierei altresi , e soprattutto al "Sig." lidio, di mettetersi a disturbare un leone durante la caccia o un grizzly mentre preda un cucciolo d'alce, valutiamone poi le conseguenze....
In attesa di un sua gradita risposta la saluto cordialmente.
Pubblicato da  Paolo  (inviato il 12/11/2008 alle 15:28:58)
 
# 24
No no, Messere, io non La ho assolutamente inserita nella categoria animali... se lo avessi fatto, Le avrei fatto un complimento e Le garantisco, mia sponte mai farollo! Piuttosto ho abbinato la signoria sua ad altra categoria, quella dei dissociati assassini. Son certa della difficoltà nella quale Lei incorrerà: i dissociati difficilmente comprendonoi messaggi altrui... tant'è. Non mi preme esserLe amica.
Per quanto riguarda il Suo non richiesto consiglio a Lidio, perdoni: lei si sta paragonando ad un leone che caccia? Non mi pare il leone utilizzi utensili vili come fucili ed altre armi da fuoco... no no, il leone caccia per sopravvivere, il dissociato - Lei - caccia nella speranza di attribuire alla sua propria persona doti che madre natura non ha fornito... insomma caccia gratuitamente, da ividioso impari, senza motivo alcuno se non la propria distruttiva ferocia...

Inoltre... somigliare a Qualsiasi animale, così come Lei ritiene Lidio faccia, è, in questo contesto, cosa buona e giusta. Che Lidio appartenga alla famiglia dei pongidi è cosa soave e Le dirò di più: appartengo anche io alla famiglia dei pongidi... L'Homo Sapiens Sapiens a mio avviso potrebbe e forse dovrebbe anche sparire, quanto meno vergognarsi, laddove è definitivamente creatura malata. Viva i Pongidi!

"comunque , tornando a noi, fermo restando che io sia un animale, perchè altre speci, come ad esempio i felini o i canidi hanno il diritto di nutrirsi delle proteine animali delle loro prede e noi no."

ecco, Messere, se proprio insiste... La prego, si scrive perché e non perchè come Lei fa. Dissociato e pure ignorante?

Pubblicato da  madie  (inviato il 12/11/2008 alle 16:25:01)
 
# 25
Gentile Sig.ra Lidia,
stà forse negando la mia appartenenza al regno animale? non mi risulta che i "dissociati assassini" rientrino in qualche specie a se stante.
Mi sembra che lei stia giocando a non capirsi , pertanto ribadisco il concetto:
"perché" altre speci, come ad esempio i felini o i canidi hanno il diritto di nutrirsi delle proteine animali delle loro prede e noi no?.
la pregherei di rispondere a questa domanda senza divagare in inutili locuzioni.
Poi volevo farle notare che a differenza del leone, orso o altre speci l'homo sapiens sapiens è stato fornito da madre natura di un' arma ben più affilate di qualsiasi artiglio o dente, è stato fornito dell'intelligenza , un'arma che ha permesso al genere umano di porsi al vertice della catena alimentare e non dipendere più dall'ambiente esterno ma, bensì, di gestire, putroppo ad oggi male, l'ambiente medesimo.
Il fucile, cosi come, un'auto, un vestito una penna ecc. è il frutto dell'intelligenza, pertanto, è con questa che caccia l'uomo e non con il fucile , che diviene un mero utensile.
Poi se non sbaglio, gentile Sig. ra Madie, lei stà auspicando la sparizione della specie umana....questo è inquetante e spero che la una posizione isolata e non rispecchi l'ideologia del suo gruppo.
lei è disposta a difendere ad oltranza la vita un pollo per poi auspicare la sparizione della specie umana; mi permetta il dissociato assassino non sono io.
Alla faccia della Netiquette ! comunque chiedo venia e riporterò la parola giusta, "perché", la prossima volta.
Nella speranza che il suo terrificante disegno non possa mai realizzarsi , la saluto timorosamente...

Paolo, cacciatore e grande amante della natura.


p.s. Posso capire , secondo la sua distorta ideologia, perché mi ritiene un assassino ma, mi spiega in maniera logica e conseguenziale perché mi ritene anche dissociato?
Pubblicato da  Paolo  (inviato il 12/11/2008 alle 17:01:43)
 
# 26
Servilissimo Paolo,
tu sei veramente dissociato se insiste ancora nel dire che non hai mai scritto insulti (tipo -non ho mai incontrato un manipolo di t.d.c. come voi... se vi prendo vi ammazzo... ecc). Lidio ha altro da fare per fortuna. Questa è la chiave di lettura anche di tutto ciò che scrivi in seguito. Infatti...
Non sapevo che lo storno avesse modificato il proprio comportamento senza influenze umane (vedi la caccia). Cosa fa in centro a Roma, raccoglie insetti delle olive?
Sui fagiani potrei rilevare una massiccia presenza solo nel sud-est asiatico non dove li gettate voi finanziati dalle Province. C'è invece una massiccia presenza in città di animali che fuggono dai cacciatori=bracconieri come storni, volpi, gheppi, fringillidi, cornacchie, tordi ecc ecc.
La trebbiatrice usata perlopiù per i tuoi allevamenti non fa certo distinzione tra specie (speciE con la E finale) nidiacee ma di sicuro ci sono specie più "abituate" a evitarla. Di sicuro gli animali che gettate nei ripopolamenti sono facili prede delle trebbiatrici come per voi cacciatori.
So bene che un cacciatore distrugge facilemente un fucile essendo servo ANCHE delle industrie della guerra, mentre un cane resta sempre una vittima dell'autocommiserevole dominio cacciatorio. Personalmente ho trovato vari cani "da caccia" moribondi in giro nelle vostre ZAC (zone addestramento cani DA CACCIA).
Non sapevo che un fasianide fosse un frutto. Mi sa che qui non bisogna parlare di antispecismo ma di antiregnismo. Triste affermare che le vostre "reintroduzioni" ovvero scarti di natura le pagate da soli e non coi soldi pubblici: fate quindi un reato?
Quali sono i canili che finanziate?
Confermi che le lobby esistono e sono fameliche. E' un vanto? Mi sa che ti stai dando la zappa sui piedi.
Sulle tue discussioni sulle migrazioni non capisco come mai prima affermavi che agli uccelli piace stare al caldo mentre ora te la cavi con frasi qualunquiste.
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 12/11/2008 alle 17:14:46)
 
# 27
>"Gentile Sig.ra Lidia,
stà forse negando la mia appartenenza al regno animale? non mi risulta che i "dissociati assassini" rientrino in qualche specie a se stante."

ah non Le risulta? ma come no! Su su, la sua...
ed iniziamo: sta senza accento buon UOMO.

>"Mi sembra che lei stia giocando a non capirsi"

non gioco dal '48

>"pertanto ribadisco il concetto:
"perché" altre speci, come ad esempio i felini o i canidi hanno il diritto di nutrirsi delle proteine animali delle loro prede e noi no?.""

ho aggiunto io le virgolette da Lei dimenticate... un po' scosso?
Dunque perché loro sì noi no... mmm mai provato a guardare i comportamenti istintuali? la lunghezza dell'intestino? la capacità fisica di "cacciare" di cui altri animali sono in possesso laddove senza utensili noi umani non acchiappiamo una cippa lippa? e non pensa che se la natura ci avesse voluto cacciatori ci avrebbe FISICAMENTE dotati? no eh? Difficilotta la questione...

>"la pregherei di rispondere a questa domanda senza divagare in inutili locuzioni."

Espliciti qui ed adesso il codice in base al quale Lei determina l'utilità ed inutilità delle affermazioni altrui? Sa, intravedo certa dissociata arbitrarietà...

>"Poi volevo farle notare che a differenza del leone, orso o altre speci l'homo sapiens sapiens è stato fornito da madre natura di un' arma ben più affilate di qualsiasi artiglio o dente, è stato fornito dell'intelligenza"

wow!!!! mi sa spiegare scientificamente cosa sia l'intelligenza? Attendo fiduciosa... nel frattempo Le comunico che, per quanto mi riguarda, l'intelligenza è concetto fottutamente specista del quale la natura poco sa cosa farsene. Homo Sapiens Sapiens=distruzione del pianeta in tempi brevissimi... i dinosauri ci sono stati ben di più e non hanno scassato nulla... come li chiama Lei, a sto punto, genii?

>"un'arma"

ecco, arma, certo non dote... vedo che inconsci baluginii d coscienza La avvolgono.

>"che ha permesso al genere umano di porsi al vertice della catena alimentare e non dipendere più dall'ambiente esterno"

Seee come no! Infatti sia le carote che gli animali di cui, nella Sua ottica sia chiaro, l'umano si ciba, gli crescono addosso!!! c'è un genio fra noi, Un plauso al GENIO!!!

>"ma, bensì, di gestire, putroppo ad oggi male, l'ambiente medesimo."


Uh! e come mai perfettissimo suddetto Sapiens Sapiens fa errori? gestisce male l'ambiente? ma non aveva l'intelligenza? mica sarà inutile se non nociva st'intelligenza???

>"Il fucile, cosi come, un'auto, un vestito una penna ecc. è il frutto dell'intelligenza, pertanto, è con questa che caccia l'uomo e non con il fucile , che diviene un mero utensile."

beh... io l'automobile la detesto...

>"Poi se non sbaglio, gentile Sig. ra Madie,"

ecco llà... è dissociato, crede io sia Lidio, poi mi richiama Madie... avrei di meglio da fare... indubbia la mia pedagogica generosità!

>"lei stà auspicando la sparizione della specie umana....questo è inquetante e spero che la una posizione isolata e non rispecchi l'ideologia del suo gruppo."

mmm, i dissociati vigliacchi non sanno parlare in prima persona? Beh, io sì! e non auspico un bel nulla, analizzo una malattia di fatto, quella dell'umano. Non ne conviene?
Non ne convenga La prego, non vorrei condividere opinioni con un cretino.

>"lei è disposta a difendere ad oltranza la vita un pollo per poi auspicare la sparizione della specie umana; mi permetta il dissociato assassino non sono io."

Complimenti, Lei su una supposizione formula anche una condanna a morte: un vero democratico! (questa non la capisce... come le altre)

>"Alla faccia della Netiquette!"

What's netiquette?

>"comunque chiedo venia e riporterò la parola giusta, "perché", la prossima volta.
Nella speranza che il suo terrificante disegno non possa mai realizzarsi , la saluto timorosamente...

Paolo, cacciatore e grande amante della natura.


p.s. Posso capire , secondo la sua distorta ideologia, perché mi ritiene un assassino ma, mi spiega in maniera logica e conseguenziale perché mi ritene anche dissociato?"

Giovanotto, orsù, si legga pure...

ah, non le rispondo oltre... La lascio in pieno soliloquio, not bad isn't it? Saludos.
Pubblicato da  madie  (inviato il 12/11/2008 alle 18:03:10)
 
# 28
Leggo solo ora... sono senza parole! Ho cambiato sesso e non me ne sono accorto. Ho cambiato anche specie (ora sono un pongide... si dice così? Scusate l'ignoranza).
: - D

Io credo che i Pongidi siano migliori di molti di noi... dunque per me questo è un complimento.
Credo anche, come lo credono molti di noi, che le donne siano di gran lunga migliori di molti uomini (tranne qualche per fortuna rarissima eccezione).
Anche in questo caso, perciò, prendo tale affermazione come un complimento.

Questa persona (lo si vede anche dal suo modo di scrivere ostentato, oltre che dalla totale inattendibilità dei contenuti) ho come l'impressione che non sia chi dichiara di essere...

Comunque, dopo ere geologiche dall'ultima polemica nella quale ho voluto perdere tempo nell'intervenire, mi levo lo sfizio di dire questo: non accetto lezioni di democrazia da chi ammazza. Punto.
Sarò "antidemocratico", ma i miei interlocutori me li scelgo.
Personalmente - quando sono io a controllare ciò che deve essere approvato - faccio passare tutto. Tranne ovviamente le falsità evidenti e gli insulti. E anche in questo caso è stato così.

Pregherei ora costui di continuare in privato la discussione: credo che i visitatori del sito, di questa tediosa polemica, ne abbiano i coglioni stracolmi.
Pubblicato da  Lidio Maresca via dei Campani 14, Roma 3476251291  (inviato il 12/11/2008 alle 18:21:27)
 
# 29
Noi non siamo "interessati all'ambiente", a noi interessa che gli animali siano rispettati, che la loro vita sia rispettata, che la loro dignità sia rispettata, che non sia causata loro sofferenza!!!
i cacciatori mi disgustano, mi fanno schifo, sono disumani, sadici e perversi(per essere gentile).
sono un abominio, una mostruosità.
devono solo vergognarsi, vergognarsi di esistere!!
signor Paolo, se lei è un cacciatore, spero vivamente che qualche suo collega le spari!!!
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 12/11/2008 alle 18:58:06)
 
# 30
"Il fucile, cosi come, un'auto, un vestito una penna ecc. è il frutto dell'intelligenza"... aggiungerei anche le mine antiuomo, il napalm, la sedia elettrica. Un vero inno all'intelligenza umana... L'uomo ha creato cose straordinarie ma anche colossali cagate: le armi sono una di queste, e chi le usa è portatore di morte e dovrebbe solo tacere invece di giustificare la propria insana passione. Sparatevi fra di voi, pliiiiiis!!!
Pubblicato da  lori  (inviato il 13/11/2008 alle 17:50:51)
 
# 31
Lidio wrote
>credo che i visitatori del sito, di questa tediosa >polemica, ne abbiano i coglioni stracolmi.

ma... professOOOooreeeEEE !
dove sono finiti la filosofia e i massimi sistemi ..?

Pubblicato da  Luisa mv1  (inviato il 14/11/2008 alle 00:51:01)
 
# 32
Come mai si è interrotta questa proficua discussione?
Volevo solo dire che nella zona dove avete operato la vs. azione di disturbo venatorio,come in tante altre simili, vengono posizionati sistematicamente richiami elettronici(il cui uso è espressamente vietato dalla l.157/92) per attirare i migratori. Tutto ciò avviene però nelle ore notturne...Ce la fate a rinunziare a qualche ora di sonno per impedire questa illegalità?
Pubblicato da  epagneul  (inviato il 16/01/2009 alle 10:20:28)
 
# 33
Della presenza di richiami in una zona specifica, ce ne aveva parlato anche uno dei cacciatori (s)cacciati. Noi ce la facciamo a riunciare...ma tu ci potresti accompagnare visto che conosci bene la zona. Oppure denunciarli alle autorità competenti: è meglio beccare il cacciatore-bracconiere piuttosto che togliere i richiami e basta.
Pubblicato da  marco.  (inviato il 16/01/2009 alle 13:54:02)
 
# 34
non siamo i salvatori dei boschi, tantomeno paladini della giustizia. disturbatori possiamo esserlo tutti.
Pubblicato da  dev0tchka  (inviato il 16/01/2009 alle 13:54:22)
 
# 35
(Riporto) >Volevo solo dire che nella zona dove avete operato la vs. azione di disturbo venatorio,come in tante altre simili, vengono posizionati sistematicamente richiami elettronici(il cui uso è espressamente vietato dalla l.157/92) per attirare i migratori. Tutto ciò avviene però nelle ore notturne...Ce la fate a rinunziare a qualche ora di sonno per impedire questa illegalità?<

Se i cacciatori non fossero degli spietati assassini farebbero quasi ridere. Si appellano alla legge sulla caccia, la 157 del 92, additando i loro colleghi complici bracconieri di illegalità, quando ogni anno presentano proposte di legge per la legalizzazione di strumenti e pratiche ora vietate, come quella dei richiami elettromagnetici, dei richiami vivi, dei tempi di caccia, delle specie cacciabili. Se il parlamento rendesse lecito l'uso di richiami elettromagnetici, ogni cacciatore ne farebbe uso. Ora però lo stigmatizzano. Mah.

Io sono disposto a sapere qualche dritta sulla zona in cui lo posizionerebbero, ma so che non riceverò risposta, anche perchè bracconiere=cacciatore.

Per i non esperti di anticaccia, specifico cos'è un richiamo elettromagnetico: uno strumento elettrico che, collegato ad una batteria e/o corrente elettrica e ad un amplificatore, riproduce versi di uccelli attirandone cospecifici, facili a quel punto da massacrare in grande numero. Ne esistono alcuni usati dagli ornitologi e pertanto legali, già completi di tutto, mentre artigianalmente vengono nascosti dai cacciatori nella macchia collegando una batteria d'auto (ora sapete perchè spesso le trovate abbandonate nei boschi, non come rifiuti, ma pronte all'uso notturno), un autoradio o mangianastri, un amplificatore, una audio cassetta con versi. Si accompagnano spesso a timer che ne regolano l'accensione verso le 24 e la disattivazione all'alba. Se sentite in piena notte una quaglia, un tordo, una capinera... insospettitevi e cercate la fonte. Raccogliete e portatevi a casa un centinaio di euro di strumenti oppure avvertite Forestale, Provinciale, Guardie venatorie volontarie di associazioni ambientaliste tipo LAC.
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 16/01/2009 alle 15:44:14)
 
# 36
Salve a tutti. Ho letto con curiosità le vostre opinioni e ne sono rimasto strabiliato. Premetto NON sono un cacciatore. Amo la natura sono nato in montagna e adoro passeggiare nei boschi.
Il diritto di esprimere le proprie opinioni è inoppugnabile e comunque bisogna rispettare tutti. E' giusto proteggere gli uccelli e la fauna in generale e nel contempo tutelare i vari ambienti in cui si vive. Di cacciatori ve ne sono di onesti e di disonesti (forse troppi) ma vi posso garantire che quanto vado per funghi di pseudo amanti della natura c'è ne sono pochi. Cara/o madie te odi le macchine ma se ti senti male all'ospedale ci vai a piedi, col carretto o l'ambulanza a sirene spiegate. Io penso che bisogna cercare una linea che permette la convivenza. faccio un esempio: sono più di 35 anni che vedo nel solito bosco all'inizio vi erano pochissimi cinghiali e il sottobosco era normale nel senso che vi erano aree ove gli animali mangiavano ed altre in cui gli stessi non andavano. Ora è successo il contrario quasi tutto il bosco è "arato" e il sottobosco sta diventando sterile, non ci sono predatori naturali e si sono prolificati all'infinito ed io che raccoglievo anche le castagne sono costretto ad andarle a comprare al negozio perchè nel bosco quanto cadono di notte vengono subito mangiate da loro. Ora con questo non voglio certo incitare alla caccia ma se dovevo far sopravvivere la famiglia (come accadeva 100 anni fa) come facevo? Ricordo a tutti che se un cinghiale, un daino, un branco si storni entrano in gran massa nelle colture vi rimane poco anche per i vegetariani. Con questo ribadisco che ci deve essere il diritto alla conservazione delle specie animali e vegetali ma per controllarle ci deve essere anche la caccia (come mi sembra ci sia sempre stata nella storia dell'umanità non vorrei sbagliare)poi se uno sceglie di essere vegetariano e un proprio diritto e scelta. Viviamo in un mondo moderno che tutte le sue comodità e non credo che tutti vorrebbero ritonare a riscaldarsi con la legna (poi che facciamo la guerra ai boscaioli) o a curare malattie come quelle cardiovascolari con le preghiere perchè l'energia che serve per mandare i vari macchinari è prodotta con i combustibili (petrolio metano nucleare). Spero che comprediate questo pensiero con rispetto senza nesuun tipo di offese ed allusioni Fede
Pubblicato da  fede  (inviato il 17/01/2009 alle 23:17:20)
 
# 37
X FEDE : E FAR CHIUDERE TUTTI GLI ALLEVAMENTI DI CINGHIALI NO ?
Pubblicato da  PamPera Anderson mv1  (inviato il 18/01/2009 alle 01:51:08)
 
# 38
Fede, pochi giorni fa c'è stato un'interessante conferenza che spiegava l'impatto antiecologico della caccia. A prescindere dalla questione strettamente 'animalista' (cioè della vita del singolo animale che viene ucciso).
Il caso specifico dei cinghiali è abbastanza emblematico, nel senso che sono stati gli stessi cacciatori ad introdurre per il loro sollazzo specie di cinghiali non autoctone, con conseguente devastazione dell'habitat nostrano.
Ti posso fare per esperienza diretta l'esempio dell'isola del Giglio: i cacciatori hanno introdotto i conigli, i conigli hanno proliferato oltre misura e ora vengono braccati (illegalmente, con lacci e trappole) senza pietà.
In pratica il mondo venatorio se la canta e se la suona: prima introducono animali estranei all'ambiente, poi si fanno forti delle devastazioni che questi stessi animali producono per avere la scusa, o il rinforzo, per cacciarli.
A me pare evidente che la caccia non ha nulla di eco-sostenibile, anzi sono gli stessi cacciatori a devastare l'ambiente con i loro inserimenti e le loro ripopolazioni, non certo gli animali che sono unicamente vittime.
Tutto questo però te lo sanno spiegare certamente meglio di me le persone che hanno tenuto la conferenza.

Per la questione generale della tutela dell'eco-sistema. E' l'uomo oggi il nemico principale dell'ambiente che lo circonda, non certo le altre specie animali che a fatica tentano di sopravvivere. Non puoi pretendere macchina, casa riscaldata, oleodotti, strade e autostrade, tav e quant'altro e poi lamentarti che non trovi le castagne, o quelle poche che trovi se le mangia l'unico cinghiale rimasto. E' il cane che si morde la coda, o l'uomo che guarda il dito invece della luna, se preferisci.
Per non dire, ma diciamolo, del fatto che se il cinghiale è più lesto, furbo, abile e intelligente di te nel raccogliere le castagne...beh, vuol dire che lui le mangerà e te le vai a comprare, no?
Pubblicato da  marco.  (inviato il 18/01/2009 alle 18:11:14)
 
# 39
Fede, forse non sai ceh i cacciatori sono un pericolo per quelli coem te che frequentano i boschi...
Dall'inizio di questa "stagione venatoria" i cacciatori hanno ucciso ben TRE esseri umani, di cui due stavano raccogliendo funghi!
E che dire dei moltissimi feriti?
Senza cacciatori di potrebbe usufruire di boschi e campagne in santa pace!Invece a causa dei cacciatori si rischia moltissimo...sarebbe molto meglio se non ci fossero cacciatori.
E' poi superfluo ribadire che l'uomo non ha nessun diritto di assassinare brutalmente individui di altre specie, che come noi hano diritto alla vita.
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 18/01/2009 alle 19:59:00)
 
# 40
18-01-2009

Il Nolano, Avellino

Incidente di caccia, stamattina, nelle montagne di Summonte, inprovincia di Avellino. Un uomo di Avella, recatosi di buon mattino sullealture irpine in cerca di tartufi con il proprio segugio, è rimasto feritoda un colpo di fucile sparato per sbaglio da un cacciatore. Si sta cercandodi ricostruire la dinamica dell'incidente, ma pare che il cacciatore loabbia scambiato per un animale e gli abbia sparato dunque per sbaglio. Ilferito è stato soccorso è trasportato in ospedale a causa della ferita altorace. Ferita fortunatamente non grave. I carabinieri della compagnia diAvellino, coordinati dal capitano Papa, sono sulle tracce del cacciatore,che si sarebbe allontanato subito dopo il fatto forse perché non si èaccorto di avere ferito il cercatore di tartufi.
Pubblicato da  giovanni  (inviato il 20/01/2009 alle 11:11:11)
 
# 41
Mio zio, la persona più "bella" e ricca di valori che conosco, è un cacciatore. Ed io non mi riesco davvero a spiegare questa cosa. Non capisco come possano coesistere in lui queste due "personalità".
Ma non riesco ad odiarlo, sentimento che invece provo per gli altri cacciatori.
Pubblicato da  Max  (inviato il 02/01/2010 alle 12:05:56)
 
# 42
Lo sapete voi ambientalisti che i cacciatori hanno il permesso di andare su terreni privati (con recinzione non più alta di 1,50m) a svolgere l' attività venatoria mentre voi ambientalisti no?
E comunque le aggressini verbali mi stanno anche bene, tanto è solo vento, ma se mentre sparo mi toccano o mi saltano addoso li chiamo i carabinieri.
Pubblicato da  vico  (inviato il 18/01/2010 alle 19:45:24)
 
# 43
siete grandi ragazzi, io vivo ad alessandria e da anni prima come attivista wwf e poi come libero cittadino mi scontro con una realtà di cacciatori fuori controllo, disonesti e di inumana brutalità. voglio prendere spunto e organizzare battute di controcaccia come quelle che avete mirabilmente documentato con queste foto.
grazie
Pubblicato da  sandro  (inviato il 24/05/2010 alle 00:42:45)
 
# 44
salve ragazzi,purtroppo ho scoperto solo ora questo meraviglioso sito!volevo ringraziarvi per ciò che fate per i nostri amici,vi ammiro tanto e da un pò di tempo,sentendo tanta impotenza(che mi logora)verso la crudeltà e l'ignoranza umana,ho pensato che anche io voglio fare qualcosa di diretto!mi chiamo Daniela,ho 32 anni e vivo in Toscana,dove come voi sapete i cacciatori vivono molto bene a causa delle leggi e del menefreghismo collettivo.Durante il mio tempo libero faccio volontariato al canile della mia città e mi occupo dei miei animali,ma sento che mi manca qualcosa,sento il bisogno e la necessità di partecipare attivamente.Mi piacerebbe sapere se anche qui in Toscana avete in mente di compiere azioni di distrubo pacifico ,che trovo estremamente intelligente.Forse arrivo tardi,ma ripeto vi ho scoperto ora non avendo prima il p.c.In sostanza,mi fate sapere se ho la possibilità di unirmi in qualche azione?meglio qui in Toscana,io poi vivo nel casentino,dove i bracconieri a causa dei pochi controlli impazzano.aspetto notizie per favore non scordatevi di me!Daniela
Pubblicato da  Daniela  (inviato il 18/08/2010 alle 09:08:59)
 
# 45
voglio venire anche io con voi
Pubblicato da  Paoletti Roberta  (inviato il 01/06/2011 alle 22:38:27)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Can not load XML: End tag 'head' does not match the start tag 'link'. Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source