RIFUGIO Vieni? Sostienici!
sabato 23 ottobre 2021   # Utenti online n.852 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
CORTEO NAZIONALE CONTRO LO ZOO SAFARI DI RAVENNA
Pubblicato da Piero il 06/01/2008 alle 10:58:08, in Notizie sparse, letto 2030 volte

Nonostante gli anni di pressioni e critiche il Comune di Ravenna sta continuando l'iter per la concessione dei permessi di costruzione dello zoo alla società ALFA3000. La struttura in progetto dovrebbe ospitare centinaia di animali per la maggior parte erbivori e uccelli ma sicuramente non tarderanno ad arrivare anche i grandi carnivori con la scusa di essere "in eccesso" in altri zoo o "recuperati" dai circhi. Il comune di Ravenna si è sempre rifugiato dietro a presunti progetti scientifici ma basta guardare gli altri zoo e circhi di proprietà di Alfa3000 per rendersi conto del loro concetto di scienza: animali in gabbia, privati di tutto ed esposti al pubblico per lucro.
Alla situazione attuale la pressione costante dei cittadini e di tutte le persone sensibili alle sofferenze degli animali è l'unica cosa che potrà fermare i lavori. Non è più tempo delle perizie o delle petizioni, non servono più i lunghi discorsi ragionati ed argomentati. Il comune ha gettato la maschera e ora è più che mai palese che tutto questo viene fatto solo per i soldi. E' tempo di mobilitarsi in prima persona con un grande evento di piazza che risollevi l'attenzione e faccia capire che chi ha a cuore la sorte degli animali non si rassegna.
Finchè non ci saranno più gabbie.

.

Contro lo zoo di Ravenna
A Ravenna, accanto al parco giochi di Mirabilandia, vogliono costruire uno zoo safari. Il comune di questa città ha già dato il via libera per il progetto, che imprigionerà in 34 ettari di terreno 168 esemplari di erbivori ed uccelli europei. Inizialmente ALFA 3000, la società che lo ha ideato, voleva introdurre anche specie esotiche ma è bastato escluderle e promettere la realizzazione di una palazzina della scienza ed un auditorium per far magicamente trasformare questo luogo di sfruttamento animale da semplice zoo in parco faunistico.

.

Cambia il nome, ma non cambiano le sofferenze che patiscono gli animali.
I giardini zoologici sono un enorme business in cui un milione di loro trovano un'agonia lunga una vita, lontano dal paesaggio e dagli odori della loro terra, intrappolati per l'interesse economico di alcune persone, umiliati da una prigionia noiosa, triste alternativa ad un'esistenza selvaggia. Questi animali conoscono la cattività, una condanna che l'uomo gli infligge per esibirli come "fenomeno da baraccone".

.

Chi difende queste strutture sostiene che hanno un aspetto educativo invece i metodi per la cattura sono cruenti, in alcuni casi prevedono anche l'uccisione di quegli individui che tentano di difendere i propri cuccioli o gli altri componenti del branco. La reclusione dura per giorni, senza cibo né acqua, in attesa di un viaggio estenuante. Una volta giunti a destinazione devono affrontare condizioni climatiche differenti e soprattutto un'alimentazione inadeguata. Lo stress è talmente forte che alcuni si lasciano morire d'inedia. Oppure, come sarà con tutta probabilità per Ravenna, a rifornire questi parchi ci sono gli animali in eccesso provenienti dai circhi o da altri giardini zoologici, dove hanno già conosciuto lo sofferenza per mano dell'uomo.

.

La tendenza che hanno gli zoo moderni, non più fatti di vasche e muri di cemento ma con spazi verdi visitabili in automobile o in trenino, non inganna nessuno.

.

Chi difende queste strutture sostiene anche che hanno un aspetto scientifico, mentre è risaputo che esseri viventi costretti a vivere in un ambiente diverso dal loro habitat soffrono moltissimo: non interagiscono fra  loro come in natura, sono vittime della noia e allo stesso tempo dello stress, a causa delle automobili e dei visitatori, che gonfiano il portafoglio agli sfruttatori di turno.

.

I proprietari:
ALFA 3000 è la società che intende costruire tutto questo.
E' già tristemente famosa perché possiede due tra i maggiori lager per animali d'Italia, lo zoo safari di Fasano e il parco giochi Fiabilandia  e amministrata dalla famiglia De Rocchi, implicata anche nel circo Medrano.

.

ALFA 3000 SRL
Via Quirino Majorana 171
00152 ROMA

.

 

 
# 1
Vi segnaliamo i prossimi appuntamenti della campagna contro lo zoo safari

di Ravenna.

PARTECIPATE !!!



LUNEDI 31 MARZO 2008

ore 20:30 - presidio presso il comune di Ravenna, Piazza del Popolo 1.

Durante il consiglio comunale faremo sentire la nostra voce contro la

realizzazione di questa struttura e proietteremo alcuni video contro gli

zoo.





VENERDI 4 – SABATO 5 MARZO 2008

“24 ORE PER NON CONDANNARLI UNA VITA”

Proprio in questi giorni alcune cooperative e associazioni di commercianti

e albergatori hanno manifestato pubblicamente il loro appoggio allo zoo

safari, richiamando i benefici che questo progetto porterà allo sviluppo

economico.

Non bastano le urbanizzazioni che hanno sconvolto in maniera profonda il

territorio ravennate; oggi come non mai l’ambiente naturale lascia il

posto a schiere di alberghi ed edifici costruiti per incentivare il

turismo.

Basta nominare questa parola per giustificare qualunque opera.

Ed ora il “turismo”, ben coadiuvato dalla società ALFA 3000 e

dall’amministrazione comunale, si appresta a mietere nuove vittime: le

centinaia di animali che saranno per sempre rinchiuse dentro lo zoo.



Rispondiamo a tutto ciò con un’iniziativa in piazza del Popolo, a

Ravenna, della durata di 24 ore.

24 ore di controinformazione sullo zoo, con dibattiti, performance teatrali

e giocoleria.

Questo il programma:



VENERDI 4 APRILE

Ore 17.00: aperitivo e introduzione all’iniziativa

Ore 18.00: performances teatrali e burattini

Ore 20.00: cena vegan

Ore 22.00: musica dal vivo e giocoleria

Ore 24.00: giochi notturni per le vie del centro



SABATO 5 APRILE

Ore 7.00: colazione

Ore 9.00: dibattiti: lo zoo safari di Ravenna – il rapporto Uomo, Natura,

Animali - tematiche ecologista locali

Ore 13.00: pranzo vegan

Ore 15.00: chiaccherata”Facciamo il Punto”: qualche parola sul futuro

della lotta contro lo zoo

Ore 16.00: merenda e letture a tema

Ore 17.00: conclusione



Sul sito: www.inventati.org/glizoobastardi è possibile scaricare il

volantino della 24 ORE.









CAMPAGNA CONTRO LA COSTRUZIONE DELLO ZOO DI RAVENNA

Affinchè qualunque specie possa vivere nel proprio habitat naturale senza

restrizioni o imposizioni da parte degli esseri umani.

Contro la reclusione degli animali. Contro lo specismo.



www.inventati.org/glizoobastardi

glizoo@bastardi.net
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 31/03/2008 alle 21:34:07)
 
# 2
Purtroppo la 24 ore è saltata per problemi con i permessi di ordine pubblico (i maligni sostengono che al Comune inizi a dare fastidio una campagna così attiva contro un progetto che porterà molteplici benefici economici... ma sono solo maldicenze ovviamente), ma il pomeriggio e la serata sono stati comunque densi di soddisfazioni... e non mi riferisco solo alla crema di cipolle e alla supercoppa di gelato vegan ai gusti di nutella, creme caramel e bacio + panna montata :P
Pubblicato da  uno che non pensa proprio sempre al cibo...  (inviato il 05/04/2008 alle 18:10:31)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
Error has occured while trying to process http://www.informa-azione.info/node/42/feed
Please contact web-master
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source