RIFUGIO Vieni? Sostienici!
giovedì 4 marzo 2021   # Utenti online n.105 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Campo in Sardegna
Pubblicato da Piero il 30/11/2007 alle 10:39:25, in Notizie sparse, letto 1795 volte

Campo contro il bracconaggio nella macchia sarda. Dicembre 2007. Definiti i partecipanti e le date.

Qui di seguito verranno inseriti gli aggiornamenti direttamente dai volontari presenti sul campo.

 

L'attività principale sarà la rimozione dei cappi per piccoli uccelli migratori, costruiti artigianalmente da bracconieri che si contendono il territorio dell'entroterra sardo. Gli uccelli catturati e uccisi vengono destinati all'alimentazione tradizionale natalizia, nelle famiglie e nei ristoranti.

 

Il campo in cui prenderemo parte è organizzato dalla L.A.C. - Lega per l'Abolizione della Caccia. Maggiori informazioni www.abolizionecaccia.it

 

 
# 1
Il nostro turno inizierà il primo dicembre. Da quel giorno cercherò di inviare messaggi con gli aggiornamenti agli altri amici del gruppo per inserirli in questi spazi.
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 22/11/2007 alle 00:19:48)
 
# 2
Da Graziella:

L'attività di anti-bracconaggio si svolgerà nel cagliaritano.

E' consigliabile equipaggiarsi di indumenti leggeri e pesanti, giacca e pantaloni impermeabili, e scarponi.
Per chi si sistemerà nella "casa comune" di P... portare sacco a pelo e asciugamani.

*E' necessario dotarsi di tronchesino per tagliare i sostegni in fil di ferro ai quali viene assicurata la trappola costituita da 4 cappi in crine di cavallo o nylon.(vedi sito LAC).
*di forbicine e/o coltellino per liberare gli uccelli ancora vivi dai cappi e dalle maglie delle reti
di guanti da giardinaggio per chi non vuole rovinarsi le mani.
*di un kit di pronto intervento (*cotone emostatico, un piccolo contenitore con acqua+zucchero o glucosio, una siringa ad insulina e qualche sacchetto di stoffa)

* Sono gradite alcune roncole che serviranno per spaccare i posatoi,
quando sono formati da rami morti,
e per chi li possiede macchine fotografiche digitali, guida agli uccelli
e binocoli..
Pubblicato da  P.  (inviato il 25/11/2007 alle 18:22:25)
 
# 3
Resoconto della prima giornata (me lo hanno comunicato dal campo).
Oltre Piero e Susanna, ci sono altri otto attivisti della Lega Abolizione Caccia e del Komitee tedesco. In poche ore sono state raccolti 130 lacci di crine di cavallo predisposti a cappio per piccoli uccelli, 400 trappole inattive ma pronte per essere innescate, 8 lacci di metallo per cinghiale. E' stato trovato morto un tordo bottaccio.
Nel pomeriggio il gruppo si è trovato all'interno di una battuta di caccia al cinghiale: urla e spari molto ravvicinati.
La zona battuta è la macchia a sud ovest di Cagliari.
Pubblicato da  Daniela.  (inviato il 02/12/2007 alle 20:36:08)
 
# 4
Piero ci fa sapere tramite SMS che la forestale ha preso un bracconiere a caccia di cervo sardo.
Pubblicato da  Simone Chiara Rosa Ale Giuseppe Antonella Antonio  (inviato il 02/12/2007 alle 21:55:16)
 
# 5
Resoconto II giorno (comunicazione via sms dal campo):
Rimossi 750 cappi attivi, 300 non attivi, 6 lacci per cinghiali.
Uccelli trovati morti: 6 pettirossi, 2 tordi bottacci.
Pubblicato da  Lidio  (inviato il 03/12/2007 alle 21:35:34)
 
# 6
Più di mille trappole per uccelli sono una cifra esorbitante, la situazione in Sardegna mi pare molto peggiore di quella bresciana.
Pubblicato da  marco.  (inviato il 04/12/2007 alle 13:41:07)
 
# 7
3° giorno di mobilitazione (comunicazione telefonica dal campo).
Bonificata zona Capoterra/comunità montana: tolti 1400 lacci - attivi - di nylon e crine di cavallo per piccoli uccelli. Altri mille lacci, questi però da innescare, sono stati trovati e tolti.
Uccelli trovati morti: un fringuello, 3 tordi bottacci, una passera scopaiola, 2 pettirossi.
Pubblicato da  Lidio  (inviato il 04/12/2007 alle 21:47:23)
 
# 8
130 lacci di crine di cavallo + 400 trappole inattive + 8 lacci di metallo per cinghiale + 750 cappi attivi + 300 non attivi + 6 lacci per cinghiali + tolti 1400 lacci + Altri mille lacci = 3994 animali salvati!


ps: chi sa dirmi la differenza tra trappole attive e trappole inattive?
Pubblicato da  devotchka  (inviato il 04/12/2007 alle 23:04:02)
 
# 9
Una trappola non attiva immagino sia una trappola già posata ma non ancora pronta. Per esempio: potrebbe essere una ponzese non ancora aperta a cerchio, oppure un laccio per cinghiale con il cappio non allargato ma per il momento solo legato ad un tronco, o un archetto con la corda non ancora tesa ma solo poggiato sul ramo.

Quello che non mi riesco a spiegare è questa enorme quantità di trappole non ancora innescate. In teoria il bracco dovrebbe fare un giro solo: la sera a piazzarle innescate e poi le mattine successive a controllarle. Perché piazzarne la metà attive e la metà inattive?

Misteri del bracconaggio...
Pubblicato da  Marco.  (inviato il 05/12/2007 alle 00:02:01)
 
# 10
Ho sentito Piero e Susanna che dicono che la ragione delle trappole non attive è dovuta al fatto che forse i bracconieri sanno che in qeusto periodo ci siamo noi e dunque non inseriscono i cappi nei ferretti da sostegno (il cappio costa un euro l'uno), credendo così (anzi: illudendosi) che gli si lasci i ferretti già pronti quando ripassano.
Il gruppo antibracconaggio con le tronchesi le spezza lo stesso e rompe pure il sostegno.
Pubblicato da  Daniela.  (inviato il 05/12/2007 alle 11:08:39)
 
# 11
4° giorno di mobilitazione (comunicazione telefonica dal campo).
Scoperta clamorosa: su un crinale all'interno di un'oasi di protezione faunistica (!) erano posizionate un centinaio di reti 5 metri per 3 (circa). Si tenga presente che ogni rete avrebbe potuto catturare un centinaio uccelli al giorno in periodi di forte migrazione.
Ovviamente sono state tutte smantellate dai volontari.
Inoltre anche oggi sono stati trovati (e rimossi) circa 700 lacci (attivi) per uccelli e circa 1500 ancora da innescare.
Uccelli trovati morti: 1 tordo bottaccio e 1 passera scopaiola.
Pubblicato da  Lidio  (inviato il 05/12/2007 alle 20:45:59)
 
# 12
5° giorno di mobilitazione (comunicazione telefonica dal campo).
Trappole neutralizzate: 12 lacci in metallo per cinghiale, 2000 lacci già innescati per uccelli, 300 non ancora attivi.
Uccelli morti: una sterpazzola, 4 tordi bottacci, 2 pettirossi.
Uccelli liberati: un occhiocotto, e un pettirosso.
Incontri ravvicinati: un bracconiere che, alla vista dei volontari, ha finto - fantozzianamente - di andar per legna da ardere...
Ogni giorno aumentano il numero delle trappole.
Pubblicato da  Lidio  (inviato il 06/12/2007 alle 21:52:03)
 
# 13
Messaggio tecnico. Mi scuso per l'inconveniente che si è verificato sul database (un'indicizzazione non andata a buon fine che ha mandato in palla il sistema).
Gli ultimi commenti (quelli di oggi sono andati persi) risalgono a ieri sera. Ho ripristinato i dati ricorrendo all'ultimo backup di questa notte e ho rimediato al problema (che non dovrebbe verificarsi più).
Pubblicato da  Lidio  (inviato il 07/12/2007 alle 15:33:54)
 
# 14
6° giorno di mobilitazione (comunicazione via sms dal campo).
"Oggi sono state battute nuove zone, dopo la bonifica nell'area sulla quale si è insistito nei giorni scorsi. Scoperti molti sentieri in preparazione da parte dei bracconieri. Sono state rimosse diverse centinaia di trappole. Fortunatamente in numero inferiore rispetto ai giorni precedenti".
Pubblicato da  Lidio  (inviato il 07/12/2007 alle 18:42:55)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
Error has occured while trying to process http://www.informa-azione.info/node/42/feed
Please contact web-master
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source