RIFUGIO Vieni? Sostienici!
mercoledì 19 giugno 2019   # Utenti online n.282 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Nuova Campagna: gruppo Coin.
Pubblicato da Piero il 24/10/2007 alle 21:05:00, in Notizie sparse, letto 1863 volte

Dopo avere ottenuto un cambiamento di politica aziendale dai grandi magazzini La Rinascente e Upim, la Campagna AIP ha contattato con lettere e filmati il Gruppo Coin, proprietario dei marchi Coin, Oviesse e della nuova catena di negozi per bambini Yo-Vi.

A settembre abbiamo annunciato il lancio di una campagna nazionale contro il Gruppo Coin, subito fermata dopo una promessa ricevuta ed una nuova trattativa che ci è stata offerta.

Abbiamo accettato volentieri le trattative, dopotutto siamo sempre disposti al dialogo se può portare a dei risultati, ma adesso dobbiamo mettere in chiaro alcune cose e precisare i motivi per cui questa trattativa ci ha soddisfatti in buona
parte ma non del tutto e per cui ci vediamo costretti a cominciare una campagna di proteste nei confronti dei grandi magazzini Coin.


QUELLO CHE ABBIAMO OTTENUTO:

OVIESSE:
sarà completamente fur-free a partire dalla stagione autunno-inverno 2008/09. Inizialmente i dirigenti del Gruppo Coin pensavano di continuare la vendita di pellicce provenienti dalla cosiddetta “catena alimentare” (prevalentemente il coniglio), ma sono stati convinti a togliere anche queste da tutti i 350 punti vendita OVIESSE in Italia. Questo è un grande risultato, perché OVIESSE detiene una grande quota del settore italiano e con il restyling dell’azienda sta conquistando sempre più mercato proponendosi a un pubblico più giovane.

- Tutti i prodotti a marchio COIN saranno fur-free dalla stagione autunno-inverno 2008/09.
Anche per questi siamo riusciti a far togliere le pelli di coniglio come chiedevamo.

QUELLO CHE NON ABBIAMO OTTENUTO:

- Sia per quanto riguarda i negozi COIN che quelli YO-VI il punto difficile della discussione è stato quello dei marchi esterni, presenti con dei loro corner all’interno dei negozi.

La scelta del Gruppo Coin è stata quella di invitare i loro fornitori a diventare anche loro fur-free (cosa lodevole da un punto di vista perché manda un messaggio a molte aziende del settore moda) e riservandosi dalla stagione 2008/09 di non accettare prodotti non conformi a questa politica.

Da parte loro questo è un passo verso il cambiamento, passo che apprezziamo ma che purtroppo non ci soddisfa perché allo stesso tempo ci hanno confermato che si possono anche riservare, a seconda del caso, di accettare prodotti con pelliccia.

Da parte nostra vogliamo chiarire di nuovo che un negozio si può definire propriamente fur-free solo quando al suo interno non si trova nessun prodotto in vera pelliccia, e per questo abbiamo ribadito che chiediamo una data dalla quale anche ai fornitori esterni non verrà permesso in nessun modo di esporre prodotti con vera pelliccia.

Questa data non ci è stata data e non ci è stato confermato l’impegno ad avere tale chiara politica.


QUELLO CHE CHIEDIAMO:

- prendiamo atto dell’impegno da parte di Gruppo Coin riguardo alla tematica delle pellicce, ma chiediamo che al più presto venga fatta una scelta precisa sui fornitori e i corner di Coin e Yo-VI: non vogliamo vedere nessun prodotto con inserti in vero pelo dentro a questi negozi!

Data la presenza di molti stilisti e marchi di moda con loro corners all’interno di Coin e Yo-Vi, l’adozione di una politica completamente fur-free da parte di questi negozi porterebbe anche ad un cambiamento delle collezioni di questi marchi, fino ad un cambiamento nella moda che porti alla fine della crudeltà delle pellicce.


COSA PUOI FARE TU:

Questa campagna, come quelle contro La Rinascente e Upim, avrà la sua colonna portante nelle proteste davanti ai negozi Coin, ma ha anche bisogno di molte altre frecce nel proprio arco.

Ognuno di voi può fare la sua parte.

A questa pagina trovate consigli per sostenere la campagna ed esserne parte attiva.

Cominciate da subito a inondare di lettere, fax, telefonate ed e-mail gli uffici del Gruppo Coin.


QUESTI I LORO CONTATTI:

Gruppo Coin SpA
Via Terraglio, 17
30174 Mestre (Venezia)
tel. 041 2398000
fax 041 982722

MAIL:

infogruppo@gruppocoin.it
servizioclienti@coin.it
franchising.coin@gruppocoin.it
servizioclienti@oviesse.it
franchising.oviesse@gruppocoin.it

----------------

LETTERA TIPO DA SPEDIRE O INVIARE VIA MAIL:

Spett.le Gruppo Coin,

ho appreso con piacere la vostra decisione di muovervi verso una politica aziendale che eliminerà inserti di pelliccia dai vostri negozi OVIESSE e dai prodotti a marchio COIN.
Ritengo però importante che questo passo vada fatto fino in fondo, come lo hanno fatto molte altre aziende, decidendo di dire un “NO” chiaro anche alla presenza di pelli derivanti dallo scuoiamento di animali proposte da altri marchi e fornitori all’interno dei negozi COIN e YO-VI.
Credo che un negozio si possa definire fur-free solo quando nessun prodotto con inserti di pelliccia possa essere trovato al suo interno, sia esso della Vostra marca o di un fornitore esterno.
Sempre più aziende della moda internazionale, nomi importanti tra gli stilisti e grandi magazzini distribuiti su tutto il territorio italiano hanno cessato di produrre e vendere inserti di vera pelliccia nei propri indumenti e hanno comunicato ai propri fornitori che non verranno accettati tali prodotti.
La stessa scelta è un passo che anche il Gruppo Coin dovrebbe fare nella sua politica aziendale.
Fino al momento in cui non sarà resa pubblica una simile decisione mi impegno a partecipare al boicottaggio in corso nei confronti dei Vostri negozi e a diffonderlo il più possibile tra tutte le persone di mia conoscenza.

Saluti,
(nome e cognome)

 

Fonte: CampagnaAIP

 
Nessun commento trovato.

Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Can not load XML: End tag 'head' does not match the start tag 'link'. Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source