RIFUGIO Vieni? Sostienici!
venerdì 23 agosto 2019   # Utenti online n.297 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Blitz a San Romedio
Pubblicato da monica il 18/10/2007 alle 11:30:11, in Notizie sparse, letto 1298 volte

 

TRENTO. L'orsa Jurka è stata sterilizzata: si spiega così l'anestesia totale e l'intervento organizzato sabato, di buon mattino, nel suo recinto di San Romedio. Le operazioni erano state documentate sul posto da Marcello Dell'Eva, del movimento No alla Caccia, con la fotografia che potete vedere in questa pagina. Eppure dalla Provincia non arriva nessuna conferma né smentita: «Jurka sta bene» si limitano a ripetere i vertici del servizio faunistico. E il consigliere provinciale Roberto Bombarda ha presentato un'interrogazione: «Diteci che succede e trovate una soluzione migliore per l'orsa».
Non è stato sufficiente chiudere l'orsa Jurka in un recinto, il servizio provinciale che si occupa dell'animale ha ritenuto necessaria anche la sua sterilizzazione. Il problema in questo caso non era quello di mettere al mondo altri cuccioli in cattività (Jurka era già madre di almeno due cucciolate, tra i suoi figli anche quel Bruno che venne ucciso in Germania nell'estate del 2006) ma di evitare quanto era già accaduto in passato presso il recinto di Spormaggiore, dove l'orso Joze era riuscito a superare tutte le protezioni nel tentativo di accoppiarsi con le orse recluse all'interno dell'area
Nel caso di Jurka non si è voluto correre questo rischio e così sabato mattina alle 7 e 30 - come era stato stabilito nei giorni precedenti - un medico veterinario ha eseguito la sterilizzazione dell'orsa.
La voce dell'intervento è circolata ieri con forte insistenza per tutta la giornata, dopo che il Trentino aveva pubblicato la notizia dell'intervento eseguito sabato (su cui però la Provincia non aveva voluto fornire alcun dettaglio). Dall'amministrazione non è giunta nessuna comunicazione ufficiale: il dottor Romano Masè - dirigente generale - ha detto di non essere informato sull'operazione, mentre il dottor Maurizio Zanin, raggiunto al telefono in serata durante una giornata di ferie, non è voluto entrare nel merito della questione. Da parte della giunta è arrivata solo la conferma di quanto la Provincia aveva voluto ribadire il giorno precedente: «Jurka sta bene e si è ben abituata alla sua nuova condizione».  
E' facile prevedere che la notizia della sterilizzazione di Jurka provocherà un polverone negli ambienti animalisti. Sabato in città era sfilato un corteo per chiedere la liberazione dell'orsa, con un pacchetto di 14 mila firme raccolte nelle settimane precedenti - in tutta Italia - a sostegno della richiesta. E proprio mentre gli animalisti si organizzavano con striscioni e cartelli il veterinario eseguiva l'ordine della Provincia nella cella ricavata all'interno del recinto di Jurka. Nel futuro dell'orsa ci dovrebbe essere un recinto più ampio, in località Casteller, alla periferia sud di Trento ma anche in questo caso dall'amministrazione non sono arrivate comunicazioni ufficiali, tanto che il consigliere provinciale dei Verdi Roberto Bombarda ha dovuto presentare un'interrogazione.
(18 ottobre 2007)
 http://trentinocorrierealpi.repubblica.it/dettaglio/Blitz-a-San-Romedio-sterilizzata-Jurka/1377985

 
# 1
un invito otre a leggere il parepe del Prof. Carlo Consiglio, di intervenire
sul Blog, del quotidiano Trentino,
gestito da Giusi Ferrari. È molto importante farci sentire.
Con più comunichiamo in questo Blog il nostro risentimento, con più i
giornali
parleranno di Jurka e dell'ingiusta sofferenza che gli uomini le hanno
causato
e che purtroppo ancora le causano.

Marcello Dell'Eva
www.no-alla-caccia.org


Vi preghiamo di intervenire numerosi alla discussione appena aperta sul blog
il cui indirizzo riportiamo qui sotto.
Jurka libera!

http://ferrari-trento.blogautore.repubblica.it/2007/10/15/jurka-libera/

Pubblicato da  monica.  (inviato il 19/10/2007 alle 14:13:12)
 
# 2
parere Prof. Carlo Consiglio

Già ordinario di Zoologia nell'Università di Roma "La Sapienza


La sterilizzazione dell'orsa Jurka, avvenuta il 13 ottobre a San Romedio
nel
Trentino, suscita gravi perplessità. Per eseguire l'operazione l'orsa è
stata anestetizzata, il che le ha certamente causato un grave disturbo.
Tenendo presente che, a quanto mi viene riferito, l'orsa è stata
anestetizzata per ben cinque volte in tre mesi e mezzo, si può addirittura
ipotizzare il reato di maltrattamento. Inoltre, una sterilizzazione di un
animale selvaggio (e non di un orso da circo) sarebbe giustificabile solo
nel caso che gli orsi fossero in numero eccessivo, ma, se così fosse, non
si
comprenderebbe come mai vengano importati orsi dalla Slovenia. Ma, anche
nel
caso che la sterilizzazione fosse veramente necessaria, si sarebbe potuto
ricorrere alla telecontraccezione, che non richiede la cattura dell'animale
ed è reversibile. Il recinto di San Romedio è veramente minuscolo ed anche
il tenere in un recinto così piccolo un animale abituato a percorrere molti
chilometri è incompatibile con la natura di un orso, causa un'assenza di
stimoli necessari all'animale per svolgere i suoi modelli comportamentali e
potrebbe quindi configurare, anche per questo, il reato di maltrattamento.







Pubblicato da  monica.  (inviato il 19/10/2007 alle 14:15:26)
 
# 3
Cari amici di Jurka,
questa sera, giovedì 25 ottobre, alle ore 20.30,
siamo stati invitati ad un dibattito,
che si terrà in diretta su TV RTTR
televisione locale del Trentino.

Parteciperanno oltre al moderatore:
Responsabile fauna selvatica Trentino
Responsabile Probetto "Life Ursus"
Adriano Pellegrini responsabile associazione animalista Pan- Eppaa
Anna Pilati responsabile associazione "No alla Caccia"
Ancora un ospite contrario al progetto "Life Ursus"
Sosteniamo questo importante appuntamento, affinchè Jurka e gli altri animali,
maltrattati dall'uomo, possano ricevere "una voce", che possa rivendicare i loro diritti:
di liberà, alla vita, allo spazio vitale.

Cordiali saluti
Marcello Dell'Eva
www.no-alla-caccia.org
Pubblicato da  P.  (inviato il 25/10/2007 alle 16:17:16)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Can not load XML: End tag 'head' does not match the start tag 'link'. Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source