RIFUGIO Vieni? Sostienici!
mercoledì 20 gennaio 2021   # Utenti online n.252 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
Squalo entra nel porto, poi partorisce al largo
Pubblicato da Claudia (Nefertari77) il 09/05/2007 alle 15:36:20, in Notizie sparse, letto 9165 volte

 

  

 

 

Era rimasto intrappolato nel bacino portuale, liberato da Capitaneria e Wwf.

.


L'episodio ad Agropoli (Salerno): il mammifero (PESCE, n.d.P.), lungo un metro e mezzo, cercava un posto tranquillo per far nascere i suoi cuccioli.  
AGROPOLI (Salerno) - Avventura a lieto fine per uno squalo della specie palombo intrappolato nel porto di Agropoli (Salerno). L'esemplare, della lunghezza di circa un metro e mezzo, dal nome scientifico di «mustelus mustelus» è stato infatti recuperato tra le banchine del porto della cittadina cilentana dal personale della locale Guardia Costiera davanti a decine di residenti e turisti stupiti per l'eccezionalità dell'episodio.
IL SALVATAGGIO - Subito dopo il recupero, effettuato dgli uomini della Capitaneria in collaborazione con Piero Antelmi, guardia zoofila del Wwf , lo squalo è stato ricondotto in mare aperto, all'esterno della struttura portuale, per procedere alle operazioni per il rilascio. E qui, la sorpresa. Al momento della liberazione, il mammifero (ancora PESCE, n.d.P.) ha infatti partorito due cuccioli di squalo, prima di scomparire tra le onde.
NON E' PERICOLOSO - «La presenza dello squalo all'interno del porto - ha detto Antelmi - si spiega con la sua gravidanza. L'animale era alla ricerca di un posto tranquillo dove poter partorire». Lo squalo palombo, che non è pericoloso per l'uomo, vive a profondità comprese tra i 50 e i 100 metri. Può partorire fino a 20 cuccioli alla volta.

.

(dal corriere della sera)
08 maggio 2007


 
# 1
Perchè inserire l'immagine di un Carcharodon carcharias, anzichè di un normale palumbo? Si potrebbe associare l'immagine della foto allo squalo...e poi sembrebbe che ad Agropoli ci sia stato lo squalo di Spielberg!
Vabè...è una fesseria...non importa. Forse fa parte del linguaggio giornalistico?

Pubblicato da  Marina  (inviato il 29/06/2007 alle 14:22:45)
 
# 2
Giusto! Ora cerco di provvedere. Comunque neanche il C.C., lo squalo bianco, è "pericoloso".
Pubblicato da  P.  (inviato il 29/06/2007 alle 14:36:55)
 
# 3
Fatto! (credo che anche stavolta fosse stata la stessa immagine presa dal Corriere della Sera).
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 29/06/2007 alle 14:45:32)
 
# 4
MAmmifero!!!!! ma lo squalo non è un mammifero XD XD XD
Incredibile i delfini li chiamano pesci e gli squali mammiferi!!! maH!!!
Pubblicato da  alessandra  (inviato il 05/09/2007 alle 02:26:18)
 
# 5
Si, infatti è un errore del Corriere della Sera, tipico dei grandi mass media. La correzione tra parentesi l'abbiamo aggiunta noi.
Pubblicato da  P.  (inviato il 05/09/2007 alle 08:20:16)
 
# 6
bello l'articolo pero dai comenti spunta qualcosa di cui non mi ero acorto. bravi bel'articolo va un po perfezionato ma....... va be.
Pubblicato da  lui  (inviato il 20/11/2007 alle 11:13:05)
 
# 7
Io alessandro sono testimone oculare della scena, non so chi abbia passato quest'agenzia, ma i fatti sono lontani anni luce dalla verità!!!! Io ero a bordo della barca di un mio amico (che ha ripreso con una telecamera tutto!!! esiste una testimonianza filmata) ad pontile vicino alla zona del fattaccio. Spunta tra le barche questo povero palumbo, che si aggira disorientato per il porto, subito una serie di persone direi idiote cercano di acciuffarlo in tutti i modi più stupidi possibili, addirittura uno cerca di prendelo a bastonate con un mezzo marinaio e di "cuppiarlo" cioè prenderlo con un retino da pesca di quelli che usano con le canne del diametro di 50 cm!!!!!!! una scena grottesca a cui assistevano incitando una folta schiera di spettatori tra cui un paio di lobotomizzati della guardia costiera.
A un certo punto arriva uno dei pescatori dal porto che con una rete lo prende e lo porta sulla banchina dall'altro lato del bacino portuale e tutti i curiosi si spostano li per ammirare la preda. dopo alcuni minuti arriva a sirene spiegate dall'altro lato, e cioè dove era stato pescato il palumbo, la panda della guardia costiera, ma li non c'era più nessuno, tranne un povero cristo che indica alle solerti (ih ih) guardie che tutti stanno dall'altra parte!!! raggiungono l'altro molo ormai, il palumbo era fuori dal'acqua gia da vari minuti, e dopo una discussione con il pescatore lo mettono su una barca e lo buttano in mare fuori dal porto ma lo sventurato palumbo, era ormai spacciato. E' grottesco tutto ciò!!!!
Pubblicato da  alessandro  (inviato il 12/01/2008 alle 22:58:36)
 
# 8
Non ho parole! Grazie per la tua cronaca dettagliata e piena di sentimento.
Il pezzo l'ha scritto un giornalista del corriere della sera (squalo mammifero? forse parlava di se stesso) ed ovviamente è condito dei "miracoli" del WWF (avvoltoio mammifero).

Che darei per vedere quel tuo video...Alessandro, mettilo su youtube che così ci divertiamo un pò a sputtanare qualcuno, no?

Povero squalo...
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 12/01/2008 alle 23:10:11)
 
# 9
Il racconto di Alessandro è vero. C'ero anche io. Non sono sicuro che il pesce sia morto, potrebbe anche essersi ripreso, me lo auguro di cuore. Nell'ipotesi più triste, invece, è stata solo sottratta una cena a base di pesce Palombo che tra i pescatori agropolesi è molto apprezzato.
Circa le romanzate, "antropomorfe" e sentimentalmente toccanti, ragioni della presenza del predatore nelle acque portuali, posso realisticamente pensare ad un errore di orietamento o, nella miglire delle ipotesi, ad una ricerca di facili prede. Infatti, non è il solo caso di pesci pelagici avvistanti nell'area portuale.

Pubblicato da  Antonio "Papero"  (inviato il 14/01/2008 alle 09:00:56)
 
# 10
Interessantissimo questo scambio con Agropoli. Vedi a pubblicare le notizie su internet come escono fuori le verità? Grazie anche a te, Antonio.
Ehi, quando non si mangia pesce, invitateci.
Pubblicato da  Piero.  (inviato il 14/01/2008 alle 10:47:03)
 
# 11
in ogni caso c'è da dire che lo squalo è un pesce ma e ovoviviparo. "Gli ovovivipari sono animali che trattengono le loro uova fecondate all'interno del corpo e partoriscono la prole già libera dall'uovo. L'ovoviviparità è caratteristica di diversi pesci (inclusi gli squali), rettili, ed invertebrati. I piccoli di anfibi ovovivipari talvolta nascono allo stato larvale, subendo poi una metamorfosi una volta fuori dal corpo della madre. A differenza degli animali vivipari, negli ovovivipari l'embrione riceve protezione dalla madre ma non nutrimento, che ricava unicamente dal materiale di riserva contenuto nell'uovo." E' possibile quindi che il pesce disorientato abbia raggiunto il porto e in conseguenza del trauma subito e dell'anossia provocata dal prolungato mantenimento fuori dall'acqua, abbia lasciato i piccoli..chi può dirlo comunque..........
Pubblicato da  Alessandro  (inviato il 15/01/2008 alle 19:30:19)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
Error has occured while trying to process http://www.informa-azione.info/node/42/feed
Please contact web-master
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source