RIFUGIO Vieni? Sostienici!
lunedì 18 gennaio 2021   # Utenti online n.135 #

Mappa Vegana Italiana
Mappa Vegana Italiana: clicca e iscriviti
Le nostre NEWS
Per sezione:
Per mese:
india
Ultimi 15 commenti:
la «valle incantata»
gatto
la flora y la luna
Sondaggi
Vaccinare un animale "domestico": è necessario?
 Sempre, bisogna pensare all'individuo di cui ci prendiamo cura
 Solo per i cuccioli, sono troppo deboli e senza intervento esterno rischiano di morire. Da adulti se la cavano
 Mai, i vaccini sono testati su molti altri animali e per salvarne uno se ne condannano molti altri
 No, non servono anche perchè la natura deve fare il suo corso
 Non so, non escludo la vaccinazione ma valuto di volta in volta

Visualizza i risultati  o
 
sopravvivere coi lupi
Pubblicato da monica il 19/03/2007 alle 12:37:43, in Diario di ValleVegan, letto 7202 volte
Molta gente usa il termine "bestiale" per descrivere ciò che i nazisti facevano alle loro vittime, e ritiene che si comportassero "come animali". Quando sento queste affermazioni, io rispondo sempre :"no i nazisti si comportavano come esseri umani". Solo gli uomini hanno la capacità di uccidere per piacere, assaporando la soferenza degli altri. Nessun animale ha mai fatto ciò che io ho visto fare dai nazisti ai loro simili. Maggio 1940, i tedeschi invadono il Belgio. Misha ha sei anni ed è ebrea. I suoi genitori vengono arrestati e deportati ma riescono a salvare la bambina nascondendola presso una famiglia di cattolici. Pur evitando la deportazione, la famiglia adottiva fa patire a Misha ogni sorta di privazioni e di umiliazioni. Così la piccola decide di fuggire, nella folle speranza di trovare la madre, di cui ha sentito dire che era stata "portata verso est". Germania, Ucraina, Polonia; da un villaggio all'altro rubando e nascondendosi, Misha riesce incredibilmente a sopravvivere e a percorrere più di tremila chilometri a piedi. Nella foresta tedesca viene adottata da una coppia di lupi, al cui comportamento si adatta immediatamente fino a diventare la baby sitter dei lupacchiotti. Per la prima volta in molti anni non deve più patire la fame ed è circondata dall'affetto. "Questo libro è il racconto di un periodo particolare della mia vita. Mezzo secolo dopo, ho ritirato la rete della memoria e ne ho tratto quel che ho potuto.Non sono uno storico :nomi, date e fatti sono reali nella misura in cui sono riuecita a ricostruirli a partire da brandelli e frammenti della mia memoria. la mia storia è una pietra gettata in un lago; non potrò mai sapere fin dove arriveranno le increspature dell'acqua. A coloro che leggono domando compassione per tutte le creature viventi. E auguro loro la pace" Misha Defonseca vive vicino a Boston cl marito e molti animali. Ancora oggi, ogni tanto va nelle foreste del massachusetts a incontrare i suoi amici lupi.
 
# 1
l'ho comprato oggi, non vedo l'ora di iniziare a leggerlo, mi ha già commosso la dedica...
Pubblicato da  cla  (inviato il 20/03/2007 alle 16:04:58)
 
# 2
lo sto leggendo, è un libro meraviglioso consiglierei di leggerlo a tutti, bambini compresi.
Pubblicato da  cla  (inviato il 30/03/2007 alle 15:12:16)
 
# 3
io ho letto il libro è molto commovente ed è meraviglioso complimenti alla scrittrice mishka
Pubblicato da  ciao  (inviato il 17/09/2007 alle 16:00:03)
 
# 4
L'ho letto per la prima volta in terza media (quindi più o meno 7 anni fa...), e spesso negli anni seguenti l'ho ripreso per leggerne delle parti o per rileggerlo interamente. E' bello e commovente, unisce l'orrore di una guerra ancora vicina nella memoria e la bella esperienza dell'autrice con i lupi/gli animali in generale (che spesso si dimostrano assai meglio degli esseri umani). Lo consiglio caldamente a tutti.
Pubblicato da  Alara666  (inviato il 10/11/2007 alle 23:57:15)
 
# 5
Ho letto recentemente che la scrittrice ha dichiarato di avere inventato tutta la storia narrata nel libro.
Mi è dispiaciuto molto, mi è rimasto l'amore per i lupi, la stima per la scrittrice no, avrebbe dovuto avvisare che era un romanzo.
Pubblicato da  Biancarosa  (inviato il 10/03/2008 alle 11:02:18)
 
# 6

Sopravvivere coi lupi» è un falso

È uno degli inganni storico-letterari più grossi degli ultimi vent’anni. Anzi, lo studioso della Shoah Maxime Steinberg ne ha parlato come di «una delle più grosse manipolazioni della storia». E a farla dimenticare non basteranno le tardive scuse dell’autrice.
Misha Defonseca ha ammesso che la storia raccontata nel suo libro Sopravvivere coi lupi non è vera. L’autrice non è mai stata quella bambina di 8 anni, ebrea di origine, che per ritrovare i genitori deportati dai nazisti percorse a piedi 3000 chilometri, dal Belgio all’Ucraina, venendo salvata da un branco di lupi. Misha non è quella bambina perché quella bambina non è mai esistita. Anzi, se non bastasse, la Defonseca non è neanche ebrea. Il suo vero nome è Monique Dewael, ed è cattolica....

Erwin

Skype:velvetblu

Msn: vigrid@hotmail.it

www.thule-toscana.com
Pubblicato da  Erwin  (inviato il 24/03/2008 alle 21:03:44)
 
# 7
sinceramente anche io ci sono rimasta male quando ho scoperto che che era una storia falsa...ma non mi importa..sicuramente c'è stata una bambina che ha vissuto esperienze simili,pensieri simili e sensazioni. quello che mishke DICE in quel libro è giusto,sono daccoedo con lei e ammiro quella bambina anche se non è misha defonseca. spero che anche voi siate in grado di pensarla coome me...ammiro quel libro e non pernso ad altro da quando l'ho letto! dovrebbero leggerlo tutti e velo consiglio con tutto il mio cuore; non ho mai letto un libro più bello!
Pubblicato da  MISHKE  (inviato il 15/12/2009 alle 17:16:29)
 
# 8
Io ho provato un senso di liberazione nell`apprendere che la storia era invetata. Chi puo`dispiacersi che una bima non abbia vissuto una vita cosi`. Rimane una storia struggente. La storia di per se e`una modalita`di vivere ma chissa`quante Misha ci sono nel mondo... A tutte loro voglio dire che siete delle bambine speciali, delle persone meravigliose, amabili e degne di amore! Buona Fortuna!
Pubblicato da  Manuela  (inviato il 12/05/2012 alle 14:29:56)
 
Testo (max 5000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link
 
no spam! Inserite le 4 cifre che trovate qui a sinistra nell'immagine (procedura antispam)
 
Disclaimer
Le eventuali discussioni degli utenti sono soggette alle regole della Netiquette.
I gestori del blog si riservano il diritto di rimuovere i messaggi non ritenuti idonei alle finalità del sito, senza tuttavia assumersi alcun obbligo di verifica in merito.
Unici responsabili della veridicità e correttezza dei dati inviati nonché delle opinioni espresse sono esclusivamente gli autori dei messaggi.
La Fondazione ValleVegan non può in nessun caso essere ritenuta responsabile di ciò che viene pubblicato da estranei.
Cerca per parola chiave
vita beata: click per l'immagine ingrandita
GEAPRESS:
Error has occured while trying to process http://www.geapress.org/feed
Please contact web-master
buffalo Laverabestia.org - Animal Video Community La guida prodotta dal sito www.tutelafauna.it: tutte le specie di uccelli, i loro habitat...
News AL da informa-azione:
Error has occured while trying to process http://www.informa-azione.info/node/42/feed
Please contact web-master
nebbia a ValleVegan: click per l'immagine ingrandita
Siti amici

Comune di Rocca S.Stefano (RM), località Maranese, n.1   CAP 00030
tel 329/4955244   e-mail attivismo@vallevegan.org
www.vallevegan.org © 2006. On line dal 1° ottobre 2006. Sito pubblicato su server Aruba.it - Internet service provider. Technorail Srl Piazza Garibaldi 8 - 52010 Soci (AR). Autorizzazione min. Comunicazioni n° 473. Gli scritti presenti sul sito non sono pubblicati con cadenza periodica (si vedano le date pubblicate sui singoli articoli).
powered by dBlog CMS ® Open Source