\\ Home : Intervento : Stampa
In volo verso Cipro
Pubblicato da Piero il 13/04/2008 alle 10:19:51, in anti caccia, letto 1971 volte

CAMPO CONTRO IL BRACCONAGGIO A CIPRO

.

Dal 17 al 27 aprile.

.

Parte il campo primaverile per contrastare il massacro degli uccelli migratori sull'isola di Cipro. Volontari da tutta Europa bonificheranno da trappole, reti, colle, richiami e fucili un ampio territorio della parte greca dell'isola. Organizzato dal Komitèe tedesco con la collaborazione e partecipazione di volontari LAC e ValleVegan.

.

Si parte!

.

Ecco qualche informazione di base dalle attività degli anni passati. Altre informazioni e prenotazioni verranno date via e-mail.

 

PROGRAMMA DIARIO:
Sveglia presto. A letto circa alle 20-21 la sera.
Durante il giorno o di sera ricerca del vischio o di tracce di bracconaggio sul territorio. Facilmente si trovano uccelli incollati vivi su bastoncini pieni di colla: il volontario verrà istruito su come raccogliere l'animale, curarlo e liberarlo.
I bracconieri cambiano spesso le loro tattiche a causa del divieto di caccia. Di conseguenza anche noi dobbiamo adeguare i nostri tempi ai loro. Di notte un secondo gruppo di volontari esce per 2-3 ore alla ricerca dei richiami elettromagnetici.
Cibo ed alloggiamento sono messi a disposizione gratuitamente per i partecipanti.
Durante le ore libere sarà possibili fare il bagno al mare, birdwatching (portare i binocoli) o passeggiate.
Una condizione fisica eccellente, maturità, senso di responsabilità e interesse per il mondo degli uccelli sono caldamente auspicati! La ricerca di siti di bracconaggio richiede giornalmente lunghe attese, spesso in aree pietrose o in zone impervie. I ritmi di marcia richiedono pertanto una condizione fisica buona e l’attitudine al trekking.

Gli stranieri normalmente non sono molto ben visti nell’area. Alcuni uccellatori sono armati.

IL VOSTRO MATERIALE DI LAVORO

Un cellulare personale, che vi funzioni anche all’estero. Uno zaino piccolo, forbici, attrezzi personali, un coltellino, quaderno degli appunti e penna sono strumenti indispensabili.

ABITI
Costume da bagno e asciugamano (temperatura del mare 26 gradi), vestiti leggeri, una giacchetta a vento e dun maglioncino. In autunno può esserci sull’isola un vento fresco insistente.
Un cappello contro il sole. I vestiti di lavoro sono pantaloni leggeri ma robusti ed una t-shirt scura (verde, marrone, blu, nera). Stesso colore anche la giacca. I vestiti chiari sono visibili da lontano e tradiscono la nostra presenza. Scarpe alte da trekking sono necessarie per camminare fra cespugli spinosi e terreni accidentati.

.

IL VOLO

Destinazione Larnaca, arrivi giornalieri (4 ore dall’Italia).

.


La moneta ufficiale dal 1 gennaio 2008 è l'euro.
Le carte di credito sono utilizzabili.
Lingua franca: inglese