\\ Home : Intervento : Stampa
Resoconto campo nel bresciano
Pubblicato da Piero il 29/10/2007 alle 17:12:03, in Notizie sparse, letto 1083 volte

COMUNICATO STAMPA
Milano-Brescia, 29 ottobre 2007



Nei primi 22 giorni i partecipanti al campo internazionale antibracconaggio operativo in Provincia di Brescia, coordinato dalla LAC Lega per l'Abolizione della Caccia e comprendente volontari provenienti da Italia, Germania e, per la prima volta, Bulgaria ed Israele, hanno rinvenuto e distrutto 828 archetti, 412 taglioline e 112 reti, tutti strumenti vietati per la cattura di piccoli uccelli.
Sono stati liberati 115 uccelli da richiamo per l'uccellagione illegale.

 

Il territorio bresciano rimane ineguagliato a livello nazionale e oltre per la diffusione e la gravita' del fenomeno del bracconaggio a carico degli uccelli migratori, i cui contingenti attraversano in queste settimane le prealpi lombarde.

 

L'operato dei bracconieri va a gravare su questo patrimonio tutelato dall'Unione Europea, aggiungendosi tra l'altro ai guasti provocati da una dissenata politica venatoria che anche quest'anno ha permesso di sparare a specie protette (storno, fringuello e peppola) e in luoghi come i valichi montani, che dovrebbero essere interdetti alla caccia.

 

Fonte: LAC