\\ Home : Intervento : Stampa
Liberazioni di animali in Nuova Zelanda e nel Regno Unito
Pubblicato da monica il 16/01/2007 alle 16:29:37, in Notizie sparse, letto 1428 volte

Il sito www.directaction.info riporta la notizia di due liberazioni di animali da allevamenti intensivi avvenute all'inizio di gennaio in Nuova Zelanda e nel Regno Unito: 5 polli in Nuova Zelanda e 22 nel Regno Unito. Disponibili anche le foto che dimostrano le orribili condizioni degli allevamenti.
Questo e' il comunicato dei liberatori neozelandesi: Mentre molti stavano celebrando l'inizio del nuovo anno, gli Attivisti per i Diritti degli Animali erano impegnati in South Auckland. Siamo entrati alla "Tegel Factory Broiler Farm", che e' stata di recente ripopolata con migliaia di pulcini, nati da pochi giorni. (NdT: gli allevamenti di polli "da carne" funzionano cosi': i polli sono tenuti in capannoni sovraffollati, che non vengono MAI puliti, per 5-6 settimane, poi vengono macellati, viene pulito il capannone, e viene riempito di nuovi di pulcini, e si ricomincia il ciclo).
Centinaia di innocenti creature erano gia' morte a causa delle orribili condizioni del posto, i loro corpi lasciati li' sul pavimento. Come le centinaia di migliaia di animali venuti prima di loro, questi pulcini saranno costretti a condurre una vita del tutto priva di qualsiasi aspetto naturale, non vedranno mai la luce del sole, l'erba sotto le loro zampe, o qualsiasi altra cosa bella della vita.
Molti di questi animali soffriranno di deformazioni alle zampe e attacchi cardiaci ancora prima di essere trasportati al macello, dove saranno appesi per le zampe, a testa in giu', e verra' tagliata loro la gola.
Abbiamo scattato molte foto e girato molti video per testimoniare le terribili condizioni degli animali.
Abbiamo liberato 5 polli, e abbiamo raccolto gli animali morti e li abbiamo consegnati a una delle persone direttamente responsabili per la loro sofferenza e morte, Ronald Duje Vela, direttore dell'allevamento Tegel. Assieme ai coripi dei pulcini gli abbiamo lasciato anche un po' di fieno, dato che Tegel sembra non saper proprio quali sono le necessita' di base dei polli. We liberated five chickens, we also removed ten dead birds and delivered them to one of the people directly responsible for their suffering and deaths, Tegel Foods Limited e' una compagnia a cui non interessa per nulla del benessera animale.
E' stato dimostrato piu' e piu' volte, da foto scattate in passato nel loro allevamento e da queste nostre foto e video appena girati. Gli attivisti inglesi invece si sono introdotti nell'allevamento della compagnia Lloyd's Animal Feeds, e hanno visto file su file di gabbie in batteria, piene di migliaia di polli "da carne". Erano tenuti illegalmente nelle minuscole gabbie, e fatti crescere per diventare "cibo" per l'industria della carne, ingorda e assetata di sangue.
Dichiarano i liberatori: "In pochi minuti ce l'abbiamo fatta. Abbiamo lasciato dietro di noi centinaia di migliaia di vite innocenti, quella notte, abbandonati a una vita d'inferno e a una morte che non si puo' nemmeno descrivere.
Ma abbiamo preso con noi 22 amici che ora vivono una vita degna di questo nome: liberi dallo sfruttamento e dalla sofferenza di un sistema del tutto simile ai campi di concentramento."
Fonte: http://www.directaction.info