\\ Home : Intervento : Stampa
FATTO GRAVISSIMO!
Pubblicato da Piero il 12/10/2007 alle 18:51:57, in Notizie sparse, letto 1362 volte

---Riceviamo e pubblichiamo, con grosso dispiacere e con tutta la solidarietà---

COMUNICATO STAMPA PROGETTO PORCIKOMODI: - Furto di animali salvati dal macello in occasione della festa di fine Ramadan.-

PorciKomodi è un progetto dell'assoziazione VitadaCani ONLUS che a Nave (provincia di Brescia) si occupa da 2 anni del recupero e della tutela di più di un centinaio di animali, tra cui maiali, pecore, galline, oche e capre (tutti regolarmente registrati presso le autorità sanitarie competenti e perfettamente in regola): animali destinati al macello e a una morte orribile che hanno ottenuto - pochi fra i molti condannati a morire - dal destino la possibilità di proseguire presso il nostro centro la loro esistenza nel benessere e in fondamentale armonia con le loro esigenze etologiche.

Questa speranza tuttavia la notte fra giovedì 11 e venerdì 12 Ottobre ha subito un grave colpo: nella notte infatti sono state rubate undici pecore, otto oche e oltre una ventina di gallline. Il furto è avvenuto in coincidenza della fine del Ramadan islamico che, secondo tradizione, si conclude con una lunga cena notturna il cui alimento base è proprio la pecora. Allertati, i volontari che con enorme passione e a costo di grandi sacrifici gestiscono PorciKomodi, hanno presentato regolare denuncia ai Carabinieri e fatto un rapido giro di telefonate ad amici e conoscenti nella vana speranza di recuperare informazioni utili al ritrovamento.

Temiamo che gli animali rubati siano già stati sgozzati nella mattinata di venerdì. Alla violenza e all'illegalità di chi la notte s'introduce nelle proprietà altrui, viola le norme basilari della convivenza civile e ruba animali indifesi e innocenti per poterli poi uccidere nel corso di cerimonie la cui legittimità è quanto meno dubbia, PorciKomodi risponde invocando una presa di coscienza da parte delle autorità pubbliche, dei cittadini e delle strutture sociali perché non si ripetano più fatti del genere, che negli ultimi tempi sono purtroppo in esponenziale aumento. Al momento i volontari di PorciKomodi hanno pochissime speranze di ritrovare vivi gli animali a cui hanno dedicato amore e passione; sperano però che quest'ennesimo gesto criminale, l'ennesimo di una lunga serie che sta avvelenando la vita sociale nella provincia bresciana, riesca a favorire una presa di coscienza da parte delle istituzioni, delle forze dell'ordine e della cittadinanza, con tutte le sue comunità religiose ed etniche.

Nella giornata di domani (Sabato 13 Ottobre) saremo a disposizione presso il nostro centro per ricevervi e spiegarvi l'atroce perdita che abbiamo subito, animali che avevamo con la fatica strappato al loro triste destino sono finiti proprio laddove mai avremmo voluto. In ultimo vogliamo chiarire che la nostra convinzione che dietro alla sparizione dei nostri animali vi sia la mano tradizionalista islamica non nasce da nessun pregiudizio ma dalla semplice constatazione che solo a un musulmano potevano interessare pecore adulte (ormai scomparse dall'alimentazione occidentale) e che i soli animali del nostro centro a non essere stati toccati o ad aver subito perdite siano stati proprio i maiali.


Per ulteriori informazioni i contatti sono: porcikomodi@gmail.com o 392.2195903 (Piercarlo)