\\ Home : Intervento : Stampa
PONZA: oggi primo giorno.
Pubblicato da Piero il 20/04/2007 alle 06:11:12, in Notizie sparse, letto 1247 volte

 

Grande partecipazione di volontari per il campo antibracconaggio del 2007 a Ponza. 40 attivisti da tutta Italia. Oggi primo giorno. Ecco un altro comunicato ufficiale, ripreso dalla stampa :

 

VOLONTARI IN VIGILANZA CONTRO BRACCONIERI SU ISOLA DI PONZA

 

Consigliere regionale li sostiene. Sostegno del Corpo Forestale dello Stato. 19 aprile 2007 -

 

"E' partito a Ponza il quarto campo antibracconaggio organizzato della Lac (Lega abolizione caccia) e dalla Fondazione ValleVegan, che quest'anno vedra' la presenza stabile del Corpo Forestale dello Stato per vigilare e prevenire le azioni di bracconaggio in un'isola considerata nodo strategico per l'avifauna migratoria". Lo annuncia in una nota Enrico Fontana, capogruppo dei Verdi al consiglio regionale del Lazio. "Ogni anno a Ponza durante le migrazioni- dice Fontana- il patrimonio faunistico rischia il massacro per colpa di un fenomeno illegale come il bracconaggio. Durante l'ultimo campo degli amici della Lac, in 40 giorni sono state recuperate 150 tagliole, 25 reti, sono stati denunciati 2 bracconieri e liberati 12 uccelli". "L'impegno dei volontari della Lac che ogni anno contrastano l'attivita' dei bracconieri e' fondamentale- ricorda Fontana- perche' nelle isole Pontine la pratica criminale della caccia di frodo e' purtroppo diffusa. E' per questo che, avevo sollecitato l'impegno delle istituzioni. Un appello che e' stato raccolto dal Corpo forestale dello Stato, che assicurera' infatti durante la stagione migratoria la vigilanza antibracconaggio sull'isola di Ponza e piu' in generale su tutto l'arcipelago Pontino". "Non possiamo dimenticare- conclude Fontana- che le isole Pontine sono luoghi delicatissimi perche' qui gli uccelli riposano dopo lunghi periodi di volo e sono quindi maggiormente vulnerabili. Si tratta di difendere questo importantissimo patrimonio di biodiversita' e di stroncare definitivamente un fenomeno illegale e incivile".

 

(Com/Rel/ Dire)